Castelvetrano: Mafia e voto di scambio, torna in carcere Polizzi

0
630

Nuovo arresto, disposto dal tribunale del riesame, per Pietro Luca Polizzi, imprenditore di Castelvetrano  finito in carcere l’anno scorso per voto di scambio nell’ambito dell’operazione Eden che ha portato in carcere decine di mafiosi e favoreggiatori del boss latitante Matteo Messina Denaro tra cui il nipote e la sorella del boss latitante.

Polizzi venne scarcerato perché i giudici, pur ritenendo provato l’accordo politico-mafioso e il pagamento di somme di denaro in favore di Cosa nostra, sostennero che non erano state dimostrate le minacce e il condizionamento, messo in atto dai mafiosi, nei confronti degli elettori.

Il pm Paolo Guido fece ricorso in Cassazione. I giudici romani annullarono la scarcerazione e rinviarono al tribunale del riesame che ha disposto un nuovo arresto per l’imprenditore. A Polizzi sono stati concessi i domiciliari.