Castelvetrano-Domani si celebra il congresso di Sicilia futura

0
558

 

Tutto è pronto per la celebrazione del primo congresso provinciale di Sicilia futura, un movimento che rappresenta un’anima del Partito democratico che si attesta sulle posizioni del premier Matteo Renzi.  Il congresso si svolgerà domani sabato a partire dalle ore 10 presso l’Hotel Althea di Castelvetrano dove saranno eletti i quadri dirigenziali della provincia di Trapani. Uno degli esponenti di spicco di Sicilia futura è l’ex sindaco di Alcamo Giacomo Scala. Domani a Castelvetrano prevista la presenza di cinque deputati regionali, dell’assessore Maurizio Croce, più varie autorità. Porteranno il loro saluto delegazioni di altri partiti. Al centro del tavolo siederà Totò Cardinale, presidente regionale di Sicilia Futura. Intanto sono già oltre trenta i consiglieri di vari comuni della provincia di Trapani, che hanno aderito a Sicilia futura, più numerosi assessori in carica. Un vero e proprio boom per Sicilia futura, che dopo il congresso provinciale, rilancerà la sua azione politica nei Comuni del Trapanese con particolare attenzione anche a Alcamo, dove recentemente  è stato eletto il segretario comunale. Si tratta del giovane imprenditore Massimo Melodia. Sicilia futura è inoltre pronta a varare iniziative politiche ad Alcamo con spirito non polemico ma costruttivo in un momento in cui sono poche le iniziative dell’opposizione in consiglio comunale in una città dove dopo quattro mesi dalle comunali ancora riesce difficile decifrare il progetto politico amministrativo per rilanciare Alcamo. No agli spot dice Sicilia futura, ma puntare alla sostanza delle cose. Un movimento quello di Sicilia futura, deciso più che mai, a schierare una squadra molto forte alle prossime elezioni regionali. Durante i lavori congressuali sarà ricordato l’onorevole Enzo Culicchia,  deceduto nei giorni scorsi. Al congresso provinciale si parlerà del rilancio del territorio trapanese, ricco di tante potenzialità e quindi capace di essere un importante vettore economico e quindi occupazionale e si procederà all’elezione del segretario provinciale e del direttivo.