Castellammare del Golfo-Ztl, arrivano le telecamere nel varco del quartiere Madrice

0
723

Si fa sul serio a Castellammare del Golfo e chi sgarra paga. Stiamo parlando delle famose Ztl, zone a traffico limitato, già scattate da qualche giorno. Da quest’anno i varchi saranno tutti videocontrollati: quindi basta ai furbetti che, pur vedendo il divieto, si intrufolano lo stesso approfittando dell’assenza dei vigili urbani. L’anno scorso il sistema era stato già introdotto nella Cala marina ed evidentemente ha dato i suoi frutti. Da quest’anno gli implacabili occhi elettronici arrivano anche negli altri varchi, in particolare in quello che dà accesso alla Ztl di piazza Madrice. “Le regole ci sono e vanno rispettate – afferma il sindaco Nicola Coppola -. E’ una questione di rispetto e soprattutto di ordine. Questi divieti servono sicuramente per migliorare la nostra città e non possiamo permettere che vi siano delle frequenti violazioni che possono creare scompiglio ed anche in un certo senso pericolo ai pedoni convinti che da lì le auto non passeranno rischiando magari di ritrovarsele davanti all’improvviso”. La Ztl a Castellammare del Golfo scatta dal tardo pomeriggio e sino a notte fonda, per l’esattezza alle 2. Quest’anno è in vigore come detto alla cala marina oltre che in tutto il borgo di Scopello, quindi al Baglio Isonzo e nelle zone di Marco Polo, San Michele, via Natale di Roma, via Diaz e Piazza Nettuno. Nel quartiere Madrice invece i veicoli sono off limits nelle vie via Verrazzano, Puccini, Buffa, Sarcona, Costamante, Carollo, Arciprete Melitelli, Arco Florio, Galatioto, Matrice, Re Federico e Salvato oltre che in piazza Castello e a Largo Petrolo. Qui ci saranno le telecamere nel varco che quindi monitoreranno nell’orario di divieto la zona: ogni veicolo che violerà il provvedimento sarà identificato e multato, con sanzioni che variano da 25 a 500 euro a seconda della violazione. Nelle zone a traffico limitato la giunta ha disposto l’ingresso delle auto solo in via eccezionale ai mezzi di soccorso, ai veicoli per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, ai taxi e veicoli da autonoleggio, ai veicoli di enti pubblici e a quelli che trasportano persone disabili. “E’ obiettivo strategico dell’amministrazione comunale – sostiene il primo cittadino – salvaguardare le bellezze del Borgo di Scopello dal transito indiscriminato di veicoli, che già in questo periodo invadono questo territorio. Le zone a traffico limitato e le aree pedonali suscitano benevoli effetti che scaturiscono dalla minor presenza di veicoli a motore e dalle positive ricadute in termini di sicurezza e tutela dell’ambiente”.