Castellammare del Golfo-Torna a scricchiolare la coalizione a sostegno del sindaco

0
341

Tira aria sempre più tesa all’interno della coalizione a sostegno del sindaco Nicola Coppola. Il gruppo consiliare “Siamo Castellammare”, che più volte non ha lesinato critiche al primo cittadino, ha formulato ufficialmente la richiesta di ricoprire un incarico in giunta. Il primo cittadino però non pare essere per nulla intenzionato ad esaudire la richiesta degli alleati: “Onestamente mi sembra una richiesta forzata – sottolinea Coppola – dal momento che questo gruppo è formato da due consiglieri comunali di cui uno di loro ricopre la carica di presidente del consiglio. Se dovessi rispondere alle logiche di un assessore per ogni forza politica non ne potremmo uscire più dal momento che dispongo soltanto di quattro assessori”. Il capogruppo di “Siamo Castellammare”, Peppe Cruciata, ha già avuto modo di esternare a Coppola il suo disappunto in particolare per il malfunzionamento del Settore dell’Urbanistica: gli uffici sono congestionati di lavoro e vi è una forte carenza di organico con il risultato che praticamente l’attività è quasi del tutto ferma. Tanto che sino a poche settimane fa non un solo piano di lottizzazione dal 2013, anno in cui si è insediato Coppola, è stato completato e portato al vaglio del civico consesso per la sua eventuale approvazione. In una nota ufficiale “Siamo Castellammare” si è detta disponibile proprio a ricoprire questo delicato ruolo amministrativo o comunque ha dato un ultimatum al primo cittadino affinchè superi al più presto l’empasse. “Prendo atto di questa disponibilità del gruppo consiliare” evidenzia diplomaticamente Coppola. Il primo cittadino potrebbe rimettere presto mano alla giunta, con ogni probabilità dopo l’estate. E’ infatti in corso un ragionamento con il Nuovo centrodestra che in consiglio conta su due esponenti ed ha aperto al dialogo a patto che si azzerino le cariche della giunta e del consiglio e che si riveda il programma politico-amministrativo del governo di città. Sotto questo aspetto Coppola lascia più che uno spiraglio aperto: “Non ho in programma alcun azzeramento anche se da più parti mi arrivano pressioni affinchè si rilanci l’azione politico-amministrativa – evidenzia -. Se mai si arriverà a questa scelta di rivedere gli equilibri amministrativi lo si potrà fare ma con un ragionamento complessivo che preveda l’ingresso di nuove forze politiche altrimenti non credo proprio. Per cui non c’è alcun ragionamento sugli assessorati, lo posso garantire, ma solo sulle cose da fare”.