Castellammare del Golfo-Strisce blu alla polizia municipale, licenziati i 7 ausiliari

Parcheggi a pagamento in house. Anche se solo temporaneamente. L’amministrazione comunale ha deciso di affidarsi al proprio comando di Polizia municipale per gestire i parcometri e le strisce blu del paese. E’ scaduto il contratto d’appalto con la ditta che gestiva il servizio e non si poteva procedere ad una proroga: “Sono cambiate le regole in materia e indire una gara d’appalto ha un suo percorso abbastanza complesso e articolato – si giustifica il sindaco Nicola Coppola -. Il Centro unico di committenza che gestisce le gare per il nostro Comune da pochi mesi si è costituito ed è formato da soli 4 impiegati. Ci sono diverse gare da bandire, non è facile. Comunque si sta già predisponendo questo bando e prevediamo che per settembre si potrà completare il percorso ed arrivare ad individuare un’altra ditta”. Intanto questa decisione diventa motivo di polemica politica. Il consigliere comunale Giuseppe Fausto denuncia proprio la scadenza di questo servizio e punta il dito sul primo cittadino: “Il sindaco ha determinato il licenziamento di 7 lavoratori della ditta che svolgeva il servizio – attacca – e non è chiaro chi si occupa del controllo dal primo luglio. Nè tantomeno è chiaro se i parcometri siano regolarmente in esercizio”. Sotto questo aspetto il sindaco chiarisce subito: “I parcometri sono stati presi in affitto dal Comune – replica – almeno sino a che non si espleterà la nuova gara. Sono quindi regolarmente funzionanti. A controllare il servizio i vigili urbani. Per far fronte all’arrivo dei turisti, e quindi ad un maggior afflusso di traffico veicolare, abbiamo espletato una convenzione con il Comune di Alcamo per il distacco di 8 agenti di polizia municipale nel nostro paese. Per quanto concerne i lavoratori della ditta purtroppo non potevamo rinnovare in automatico il contratto, sono le norme che ce lo impongono. Monitoreremo comunque questa problematica”. Prima di adesso si era andati avanti con proroghe di questo appalto e ce n’erano state diverse. A dire il vero il Comune già diverse volte aveva tentato di internalizzare il servizio, gestendo quindi in proprio le strisce blu ma nel 2014, per ben due volte nell’arco di tre mesi, è andato a vuoto il bando del Comune per la selezione interna di 8 ausiliari del traffico i quali sarebbero dovuti essere adibiti alla verifica e al controllo delle strisce blu. Nessuno si è mostrato interessato all’interno della pianta organica dell’ente municipale a ricoprire questo incarico. Ci aveva provato già la precedente amministrazione guidata dal sindaco uscente Marzio Bresciani, ed anche l’attuale sindaco Nicola Coppola ha tentato la strada dell’internalizzazione del servizio ma senza successo. Nessuno, alla scadenza del termine per la presentazione delle istanze per diventare ausiliare del traffico, ha partecipato ai vari avvisi emanati dal Comune.