Castellammare del Golfo-Si barrica in casa e si uccide, caso chiuso: nessuna autopsia

0
275

Caso chiuso e già archiviato. La Procura ha restituito la salma ai familiari: non ci sarà alcun esame autoptico sul corpo di Girolamo Salerno, 74 anni, il pensionato che nella notte si è tolto la vita con un colpo di fucile. Il quadro investigativo raccolto dai carabinieri della Compagnia di Alcamo, guidati da Giulio Pisani, è più che chiaro: non ci sono dubbi sulla dinamica, è stato l’anziano a togliersi la vita. Ecco perché il magistrato ha deciso di archiviare il caso dopo gli ultimi rilievi effettuati questa mattina dai militari dell’Arma all’interno dell’abitazione in cui Salerno si è tolto la vita in contrada Marmora, stradina che si affaccia sulla statale 187 poco dopo Fraginesi in un’area fortemente urbanizzata e piena di villette l’una accanto all’altra. Inizialmente si era pensato che con il 74enne ci fosse qualcun altro, poi però una volta dentro gli inquirenti hanno appurato che in realtà era solo e dunque non c’è alcun giallo sull’episodio. Per tutta la notte sono stati momenti davvero ad altissima tensione con Salerno barricato in casa ed i carabinieri fuori, supportati dai vigili del fuoco di Alcamo e Trapani che hanno dato logisticamente una mano per illuminare a giorno la zona. Coordinati dallo stesso capitano Pisani, i militari equipaggiati con giubbotti antiproiettile hanno cinturato l’abitazione  e tutta la zona circostante. Si è tentato di dialogare con Salerno dall’esterno della casa ma lui non ha mai risposto. Si sono poi susseguiti in rapida sequenza 6 colpi di fucile, poi il silenzio. Solo alle 3 di notte i carabinieri hanno deciso di fare irruzione scoprendo che il 74enne era senza vita riverso sul pavimento della camera da letto dilaniato in testa da un colpo di fucile. L’ipotesi è che l’anziano abbia provato più volte ad uccidersi senza riuscirci, e per questo si sono sentiti 6 colpi. L’ultimo evidentemente è andato a segno. Ricostruzione più che probabile dal momento che imbracciare un fucile per puntarlo contro non è affatto semplice, così come non è semplice premere il grilletto che si trova a una certa distanza. A lanciare l’allarme ieri intorno alle 21 era stata la compagna di Salerno, residente nella vicina frazione di Balata di Baida, la quale ha raccontato di avere avuto con lui un alterco per futili motivi. Quando si è recato in casa dell’anziano ha raccontato di averlo visto immobile sul letto e con diverse macchie di sangue sul pavimento. Pensava quindi che il compagno fosse morto ed invece non era così, tanto che poi si è consumato il tragico epilogo. Il 74enne pare che avesse da tempo dei problemi di tipo depressivo.