Castellammare del Golfo-Schiaffeggia in un bar la “rivale d’amore”, denuncia alla polizia

0
422

Un “regolamento di conti”. Una discussione per chiarirsi, probabilmente con oggetto del contendere il cuore di un uomo. Qualcosa però è andata storta, la tensione si è accumulata nei giorni e alla fine è sfociata in una vera e propria aggressione. Fortunatamente sedata sul nascere e che per questo non ha avuto risvolti peggiori. Protagoniste due giovani, una 17enne e una 30enne: una vicenda che adesso è finita sotto la lente del commissariato di polizia dopo la denuncia presentata dal padre della minorenne che, stando alla sua deposizione, è stata vittima dell’aggressione che si è consumata qualche giorno fa in pieno centro abitato a Castellammare del Golfo. Per l’esattezza in corso Garibaldi, una delle strade principali del paese. La 30enne, secondo la denuncia presentata alla polizia, pare che abbia chiesto un chiarimento alla 17enne che però si è sempre mostrata restìa. “Non la conosco, non ho nulla da chiarire” avrebbe detto più volte a chi si faceva da emissario per questo faccia a faccia. Evidentemente nel tempo la tensione si è accumulata al punto che alla fine la più grande delle due ha deciso autonomamente di entrare in azione. Ha visto che la minorenne era entrata in un bar di corso Garibaldi, dove stava consumando un pasto. A quel punto ha deciso di affrontarla chiedendole prima di tutto di uscire dal locale ma la giovane si sarebbe rifiutata. La situazione da questo momento è degenerata. Sempre sulla base della denuncia, la vittima avrebbe ricevuto degli schiaffi, poi alcuni clienti del bar si sono subito alzati per dividere le due giovani. Considerata la “furia” della trentenne un intervento che è sicuramente stato provvidenziale. La ragazza è stata accompagnata all’ospedale di Alcamo dove le è stato dato un giorno di prognosi per le superficiali lesioni al viso. Pare che questo “chiarimento” abbia sullo sfondo una gelosia sorta per un ragazzo. Si ipotizza che la 30enne lamentasse un presunto interesse della minorenne nei confronti di questo ragazzo. Ipotesi questa che comunque è al vaglio degli inquirenti che stanno cercando di ricostruire tutta la vicenda che, come capita spesso in questi casi, ha dei contorni ancora tutti da chiarire.