Castellammare del Golfo-Nasce il centro antiviolenza: protocollo del Comune

Nasce a Castellammare del Golfo il centro antiviolenza. Sorge all’interno dello “Sportello donna” che da tempo è attivo nel territorio ma che con quest’ulteriore iniziativa va a potenziare una rete di assistenza alle donne vittime di violenza. Domani alle 9,30 all’istituto superiore “Mattarella-Dolci” sarà sottoscritto il protocollo d’intesa con il Comune, la polizia municipale, le scuole “Mattarella-Dolci”, “Pascoli” e “Pitrè”, l’ufficio Servizi sociali comunali e la psichiatria infantile dell’Asp. In questo modo si da vita ad una vera e propria “rete” a supporto proprio di chi subisce violenza di ogni genere, fisica o psicologica. Attraverso il protocollo il centro lavorerà sotto la supervisione dell’ufficio Servizi sociali del Comune e della Commissione Pari Opportunità. Il protocollo si realizza grazie alla determinazione delle volontarie dello sportello che hanno acquisito competenze specifiche per mezzo di un corso di formazione finanziato dalla Regione e già conclusosi denominato “Il Viaggio di Emma”. Il progetto è stato finanziato con il fondo regionale per le politiche relative ai diritti ed alle pari opportunità, il progetto per il contrasto della violenza di genere “per la nascita di nuovi centri antiviolenza e per la relativa formazione”. “Per la prevenzione ed il contrasto alla violenza di genere il centro ha avuto un recente ulteriore finanziamento di 10 mila euro da parte della Regione per il progetto ‘Orme di donna’, a testimonianza del lavoro proficuo svolto dalla commissione, dallo sportello e dal centro antiviolenza – affermano il sindaco Nicolò Coppola ed il vicesindaco ed assessore ai servizi Sociali Salvo Bologna -. Il Comune ha voluto promuovere una specifica azione di coinvolgimento delle agenzie locali pubbliche e private deputate alla salute, alla protezione, all’educazione, all’inserimento lavorativo, per la costituzione di una rete antiviolenza che ha già dato importanti frutti in un preciso momento storico in cui la violenza sulle donne assume una portata preoccupante”. Il presidente della commissione Pari Opportunità, Patrizia Gioia, sottolinea che “le vittime di femminicidi aumentano in maniera preoccupante dunque occorre sensibilizzare ma anche creare strutture di supporto idonee e qualificate”. A Castellammare lo “sportello donna” è stato istituito nel 2013, come punto di primo ascolto, adesso con la formazione diventa centro antiviolenza. Il partenariato con “Le Onde Onlus”, associazione di donne che da 20 anni si occupa di prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza contro le donne, ha supportato il percorso con il proprio bagaglio di conoscenze e competenze in materia”. Allo sportello lavorano alcune operatrici che prestano la loro professionalità gratuitamente. Il protocollo comunale è siglato in occasione della giornata nazionale contro la violenza sulle donne, celebrata il giorno dopo, il 25 novembre.