Castellammare del Golfo, ladri seriali scoperti a Fraginesi: tentano di investire un carabiniere

0
2728

Furti nei villini della zona periferica di Fraginesi a Castellammare del Golfo. Un’escalation di segnalazioni nell’ultimo periodo che aveva portato i carabinieri ad avviare un controllo a tappeto della zona che è piena di villini e che, essendo isolata dal centro urbano e poco frequentata nel periodo invernale, diventa preda di furti di ogni tipo. Attività che ha portato i suoi frutti nel volgere di poco tempo: i militari hanno infatti arrestato gli autori di due furti avvenuti proprio in zona. Si tratta di ladri in trasferta, provenienti per l’esattezza da Palermo: Antonino Castrofilippo, 35 anni, e Antonio Loddo, 55 anni, del quartiere di Borgo Nuovo a Palermo. I due avrebbero persino tentato di investire un carabiniere ad un posto di blocco. Entrambi con una fedina penale consistente, a Fraginesi avevano derubato due anziani secondo quanto accertato dagli investigatori. Ad un uomo di 72 anni è stato rubato un portafoglio con denaro e documenti, custodito all’interno di un deposito di sua proprietà; ad una donna di 82 anni invece i due avevano portato via una borsa lasciata sul sedile della propria vettura parcheggiata sotto casa. I malintenzionati sono rimasti incastrati durante lo svolgimento di uno dei tanti servizi di controllo straordinario del territorio che erano stati organizzati proprio nella zona di Fraginesi per arginare la recrudescenza del fenomeno dei furti in abitazioni di villeggiatura. Ad essersi accorto dei due a bordo di una Panda bianca una delle sei pattuglie dei militari: il loro procedere a passo molto lento e con fare guardingo ha fatto insospettire i carabinieri che a quel punto hanno cominciato a seguire a distanza il veicolo mentre veniva predisposto un posto di blocco sulla statale 187, poco dopo la piazzola “Belvedere” in direzione Palermo. L’obiettivo era proprio quello di fermare i due a bordo dell’utilitaria ma il conducente del veicolo, alla vista dei militari in uniforme che gli intimavano l’alt, anziché fermarsi accelerava la marcia. Solo la prontezza di riflessi dell’appuntato, che riusciva a spostarsi repentinamente, gli consentiva di evitare di essere investito. Ma ad attendere Castrofilippo e Loddo c’era un secondo posto di blocco all’altezza di contrada Bocca della Carrubba che riusciva a fermare l’auto. Mentre il 35enne si arrendeva subito, il compare invece scendendo dall’auto ha provato a fuggire a piedi ma i carabinieri lo hanno bloccato dopo una breve colluttazione. A bordo della Panda i militari recuperavano l’intera refurtiva che ammontava a circa 400 euro in contanti oltre ai vari documenti personali appartenenti alle anziane vittime. Per i due sono scattate le manette con le accuse di furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale. Su disposizione dell’autorità giudiziaria l’arresto è stato convalidato e Catrofilippo e Loddo sono andati ai domiciliari. In corso ulteriori accertamenti da parte della stazione di Castellammare del Golfo per verificare se i due compari malviventi possano essere gli autori anche di altri furti commessi in zona.