Castellammare del Golfo-Comune, scontro uffici-amministrazione

0
368

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – Il sindaco ammette che ci sono criticità interne alla macchina burocratica: un apparato che viaggia a due velocità, tra carenze di personale e scontri tra tecnici e pezzi dell’amministrazione comunale. “Ho incontrato i funzionari e ci siamo confrontati, la situazione adesso è sotto controllo” sottolinea Nicola Coppola. Parole del primo cittadino che però non servono a spegnere affatto le preoccupazioni di alcuni consiglieri comunali che ieri hanno addirittura parlato di “scongiurare una traumatica interruzione di questa legislatura” e tenere alto il livello di vigilanza sulla trasparenza degli atti amministrativi. Un campanello d’allarme che è arrivato da tutta l’opposizione che ha chiesto “all’amministrazione comunale di relazionare urgentemente su quanto è accaduto e sta accadendo, informando adeguatamente i consiglieri comunali e la cittadinanza tutta su eventuali rischi ai quali l’amministrazione sta esponendo il Comune” . In un atto di indirizzo sulla trasparenza e vigilanza degli atti amministrativi i consiglieri comunali Angelo Palmeri, Stefano Cruciata, Giuseppe Fausto, Ivano Motisi, Giuseppe Norfo e Vitalba Labita scrivono di essere venuti a conoscenza per le vie brevi che vi è in corso un costante e teso scambio di accuse, a mezzo note ufficiali, tra l’amministrazione comunale e dirigenti e tra dirigenti ed il segretario comunale; note che sembrano essere destinate per conoscenza anche al Prefetto di Trapani ed all’Autorità Nazionale Anticorruzione. “Il livello dello scontro – aggiungono i consiglieri d’opposizione – sembra si innalzi di giorno in giorno e l’amministrazione comunale risulta aver perso il controllo della gestione della cosa pubblica con conseguente paralisi politico-amministrativa e possibile perdita di tutti i finanziamenti necessari per la realizzazione ed il completamento di opere pubbliche strategiche per lo sviluppo del nostro Paese”. Inoltre i Consiglieri Comunali Palmeri, Cruciata, Fausto, Motisi, Norfo e Labita sottolineano l’emergere di un “forte scollamento tra l’amministrazione comunale ed il settore tecnico comunale con un conseguente e grave conflitto tra ruoli e posizioni”. Il primo cittadino però smorza i toni: “I Settori non camminano di pari passo – ammette – e questo crea delle frizioni. Ci sono poi criticità, come all’urbanistica, dove sono già cambiati 3 tecnici e non ho un solo tecnico di ruolo”. In realtà ci sarebbe uno scontro accesissimo in particolare con uno dei responsabili di Settore, l’ingegnere Simone Cusumano che guida i Lavori pubblici. Tra il sindaco, gli assessori e lo stesso Cusumano c’è in atto uno scambio epistolare di fuoco con scambi di accuse reciproche e direttive amministrative che non sarebbero seguite sul piano tecnico. Coppola però smentisce: “Con me c’è totale sintonia con tutto il personale, ho la fortuna di riuscire a ragionare con tutti” conclude.