Castellammare del Golfo-Appena multato muore sul colpo, i vigili: “Una casualità”

Si ritrova un multa sul parabrezza, chiede spiegazioni ai vigili urbani ma si accascia a terra e muore. E’ accaduto ieri pomeriggio intorno alle 17 in via Verdi a Castellammare del Golfo, una delle strade nevralgiche della città. A perdere la vita un uomo di 78 anni, invalido castellammarese. L’anziano si è accasciato proprio davanti alla pattuglia della polizia municipale che poco prima aveva elevato nei suoi confronti un verbale per aver posteggiato l’auto in una zona in cui vigeva il divieto. Sul posto il medico legale che ha constatato la morte per arresto cardiocircolatorio. Inutili i soccorsi: è giunta in pochi minuti un’ambulanza del 118 che però non ha potuto far altro che constatare che accertare il decesso. Ad intervenire anche una pattuglia del commissariato cittadino che ha transennato la zona e permesso il recupero della salma. Secondo la ricostruzione dei fatti il 78enne si sarebbe ritrovato la multa sul parabrezza perchè, a quanto pare, aveva posteggiato in un’area dove vige il divieto di sosta ed è consentito solo il carico e scarico merci per i mezzi al servizio delle attività commerciali della zona. Lo stesso anziano si era avvicinato ad un pattuglia dei caschi bianchi che si trovava nei pressi per chiedere spiegazioni, poi aveva fatto ritorno in auto per prendere il suo contrassegno di invalidità che comunque non risultava essere esposto sul cruscotto. Non ha fatto in tempo ad aprire la sua auto che si è accasciato a terra perdendo la vita sul colpo. La sua intenzione, secondo quanto testimoniato dagli stessi vigili urbani, era quella di far vedere il contrassegno dell’invalidità cosa che comunque non lo avrebbe esonerato dalla multa perchè comunque era stata commessa l’infrazione. Quanto accaduto ha scosso non poco anche la pattuglia della polizia municipale: una vigilessa è scoppiata in lacrime. “Una fatalità – afferma il comandante della Polizia municipale di Castellammare del Golfo, Castrenze Ganci – in quanto il fatto tragico non è connesso al verbale elevato. L’anziano era assolutamente tranquillo e stava interloquendo con gli uomini della pattuglia in modo sereno. Sono costernato per quanto accaduto e per questo rivolgo la mia solidarietà alla famiglia dell’anziano. Mi auguro che non si speculi su questa vicenda perchè il decesso non è avvenuto per il verbale emesso. Il 78enne era assolutamente tranquillo e non vi è mai stata alcuna discussione animata, tutto si stava svolgendo nella massima civiltà”.