Carnevale 2017, gli eventi nel Golfo di Castellammare e nel partinicese

0
300

Da questo fine settimana entra nel vivo il carnevale nel comprensorio a cavallo tra il Golfo di Castellammare e del partinicese. Un territorio che non ha grandi tradizioni per questo tipo di eventi ma che comunque prova a garantire un pò di movimento anche per evitare che questi giorni scivolino via senza lasciare neanche un minimo segno. Ad Alcamo previste le sfilate dei carri allegorici nel centrale corso VI Aprile il 26 e 28 febbraio con partenza alle 16,30. In mezzo, vale a dire lunedì 27 febbraio, si terrà tra corso VI Aprile e piazza Ciullo un’animazione carnevalesca a partire dalle 18 e dalle 18,30 lo street food al Collegio Gesuiti. Il Comune ha dato il suo gratuito patrocinio alla kermesse che ha visto in cabina di regia la Pro Loco. A Castellammare del Golfo già da qualche giorno si festeggia anche se non ci sono i tradizionali carri. Questa sera a villa Olivia si balla su due piste con dj Ciccio & Cobra, domani invece, sempre a villa Olivia, la “Frappè animazione”, dalle ore 16, curerà la premiazione della maschera più bella, la danza delle maschere e la bancarella delle treccine colorate. Sempre dalle 20,30 anche domenica ritornano a villa Olivia i balli su due piste. Doppio appuntamento poi martedì 28 febbraio a villa Oliva e Margherita ancora con balli e animazione, musica, palloncini e zucchero filato. Si festeggia anche a Calatafimi in una due giorni: oggi e domani sono previste sfilate, intrattenimento ed altro ancora. Si parte alle 16 in tutte e due le giornate. Nel suo piccolo anche Partinico organizza il suo evento di carnevale anche se senza carri o manifestazioni in pompa magna. Unica giornata di festa oggi con partenza da Largo Casa Santa da dove si snoderà un corteo di maschere accompagnato da varie mascotte, animazioni e balli. La sfilata toccherà poi corso dei Mille, viale Calandrino, con conclusione nella centralissima piazza Duomo. Qui ad attendere i bambini in maschera un gruppo di animazione che farà ballare non solo loro ma anche i grandi, se vorranno partecipare. A contorno di tutto anche trampolieri, spettacolo di fuoco e le mitiche enormi bolle di sapone. L’effetto crisi si fa sentire anche a Trappeto dove sino all’ultimo c’è stato il concreto rischio che potesse saltare la tradizionale manifestazione carnevalesca. In extremis però il Comune e le diverse associazioni locali sono comunque riuscite a mettere in piedi la due giorni di sfilate per domenica e martedì. Soltanto due però i carri allestiti, in fretta e furia come conferma il sindaco Giuseppe Vitale: “Il bilancio approvato con grande ritardo – sottolinea – non ci ha permesso di avere fondi a disposizione in tempo per questo evento. Nonostante ciò si è riusciti a realizzare questa 14° edizione del carnevale grazie comunque all’impegno del mondo dell’associazionismo locale”. Oggi emanata l’ordinanza che vieta l’utilizzo di bombolette spray e altri oggetti contundenti e la vendita da asporto di bevande alcoliche.