Cantieri di lavoro per 30 disoccupati balestratesi. Al via il parco-giochi “No Sicila”

Un po’ di ossigeno per i disoccupati balestratesi. Sono stati infatti notificati al Comune della cittadina marinara i decreti di istituzione dei Cantieri di lavoro presentati dall’amministrazione Rizzo e dalla Parrocchia Sant’Anna. Si tratta degli avvisi 2 e 3 del 2018 dell’Assessorato Regionale al Lavoro.

I progetti approvati riguardano la realizzazione di un parco giochi  “No Social” nell’ambito degli spazi della scuola elementare Aldo Moro: 55mila euro di interventi e l’occupazione di 10 lavoratori per 51 giorni; la costruzione di una recinzione metallica lungo la via Segesta e di un tratto di marciapiede per 89mila euro, 10 operai e tre mesi di lavoro; la manutenzione straordinaria di tetti, pavimenti e atrio di accesso dei locali annessi alla Chiesa Madre di Balestrate. Qui l’intervento è più cospicuo: 120.740 euro di lavori e il cantiere occuperà 13 lavoratori per 96 giorni. La richiesta è stata effettuata alla Regione della Parrocchia di Sant’Anna.

“Una boccata di ossigeno importante per più di 30 disoccupati – ha detto il Sindaco balestratese Vito Rizzo– inseriti nelle graduatorie stilate dal Centro Regionale per l’impiego. Grazie a questi interventi diamo anche seguito ad una progettualità legata alla riqualificazione dell’intera Via Segesta, con interventi attesi da oltre 30 anni. il progetto si integra inoltre con la riqualificazione del sentiero dei pescatori e dei marciapiedi, interventi  già realizzati negli scorsi mesi”.  

Uno dei tre cantieri avvierà la realizzazione del parco giochi social free, ideato dall’associazione genitori balestratesi. “Un’iniziativa – ha detto Vito Rizzo – pienamente sposata dall’amministrazione comunale. Il secondo stralcio è stato già presentato per il finanziamento all’assessorato regionale alla famiglia”. Le opere dei tre cantieri, che coinvolgeranno anche direttori dei lavori e manodopera qualificata, dovranno essere avviate a Balestrate entro 60 giorni.