Calcio, l’Alcamo andrà avanti. Ritorna Marchese ad affiancare Milotta, Adragna in panchina

da sinistra Marchese, Milotta, Adragna, Zangrì

L’Alcamo calcio non scomparirà. In questa difficilissima e delicata fase di riorganizzazione dello sport dilettantistico, con all’orizzonte serie probabilità di scomparsa per molte società, è già una grande confrotante notizia. Il glorioso club bianconero, fondato nel lontanissimo 1928, andrà ancora avanti ed anzi è anche riuscito a rafforzare la dirigenza grazie ad un ritorno. L’imprenditore dei casalinghi, Baldo Marchese, riprenderà il suo posto al fianco di Giuseppe Milotta, titolare di un’impresa edile, rimasto quasi da solo nella tribolatissima stagione appenatrascorsa.

Il primo tentativo del ricomposto duo sarà quello di tentare il ripescaggio in Eccellenza. L’Alcamo, seppure dotato di una storia sportiva di livello, ha chiuso il torneo all’ultimo posto e quindi, per trovare posto nel massimo campionato regionale, deve prima attendere che le altre aventi diritto non siano interessate al
ripescaggio. Allo stato attuale c’è forse il 10% di probabilità. In Eccellenza o in Promozione l’allenatore dovrebbe essere Vincenzo Adragna, già allenatore della juniores nel recente passato ed ex calciatore bianconero.

Il ritorno di Marchese, comunque, non è l’unico. Un’altra figura storica, il ds Piero Zangrì, ha infatti ripreso a collaborare con i due proprietari dell’Alcamo ed assumerà il suo vecchio incarico di
direttore sportivo. Nulla ovviamente trapela ancora sulla composizione dell’organico ma si punta a disputare una stagione ben più tranquilla di quella disastrosa culminata con il blocco dei campionati e la retrocessione. Una cosa è comunque certa: l’Alcamo esisterà ancora e si iscriverà regolarmente al campionato di promozione o, in caso di ripescaggio, a quello di Eccellenza.