Calatafimi-Galleria Segesta, ai raggi x della Dia i lavori alle gallerie

La direzione investigativa antimafia di Trapani ha acceso i riflettori su una delle opere pubbliche più imponenti della provincia: la galleria di Segesta dove da mesi sono in corso i lavori di adeguamento delle strutture e degli impianti lungo la A-29, diramazione Alcamo-Trapani, la cui spesa prevista è di circa 15 milioni di euro. Sono scattati dei controlli da parte della Dia sulla base di un decreto del prefetto Leopoldo Falco: è stato quindi diretto e coordinato l’accesso ispettivo presso il cantiere. Il sopralluogo della Dia, effettuato in sinergia con il “Gruppo Interforze” istituito presso l’ufficio territoriale del governo di Trapani e composto, oltre che da un funzionario della Dia anche da personale della polizia di Stato, dell’arma dei carabinieri, della guardia di finanza, della direzione territoriale del lavoro e del provveditorato opere pubbliche, è finalizzato a prevenire le infiltrazioni mafiose nei cantieri di lavoro. L’accesso al cantiere, a cui ha partecipato anche personale dell’azienda sanitaria provinciale e tecnici della sicurezza sul lavoro, è stato effettuato in maniera tale da non ostacolare la normale attività lavorativa: ad essere state passate al setaccio 3 società e i relativi mezzi e dipendenti. “L’assetto societario delle imprese impegnate nel cantiere, i rapporti contrattuali in essere, le maestranze identificate ed i mezzi d’opera individuati, – sottolineano dalla Dia – saranno soggetti ad accertamenti e riscontri al fine di rilevare criticità legate ad eventuali condizionamenti da parte della criminalità organizzata”. Le opere di adeguamento riguardano in particolare due gallerie della lunghezza di oltre un chilometro e mezzo ciascuna. In cantiere interventi non solo strutturali, come la realizzazione di due nuovi by-pass pedonali e uno carrabile, la messa in sicurezza dei pozzi di aerazione e il risanamento del rivestimento interno, ma anche impiantistici, come la realizzazione dei nuovi impianti di illuminazione e aerazione, la segnaletica luminosa, l`impianto radio, i sistemi Sos di diffusione sonora, telecontrollo, di videosorveglianza, di rilevazione incendi e l`impianto idrico antincendio. La gara è stata aggiudicata al Consorzio Cooperative Costruzioni Società Cooperativa di Bologna, che dovrà portare a termine l`intervento entro 749 giorni dalla data del verbale di consegna.