Brucia Monte Bonifato

    0
    367

    Il clima rovente caratterizzato dall’attuale vento di scirocco afoso e asfissiante sta causando danni notevoli al territorio.

    Diversi gli incendi riscontrati e contrastati dai vigili del fuoco nelle ultime ore sia in Provincia di Palermo sia in Provincia di Trapani.

    Nell’odierna mattinata proprio ad Alcamo ne è divampato uno di enormi dimensioni. Fiamme altissime e fumo nero.

    Monte Bonifato, la montagna di Alcamo, avvolta dalle fiamme e in città si respira quasi ovunque odore di bruciato. Tempestivo e massiccio è stato l’intervento dei vigili del fuoco di Alcamo e di Trapani che stanno tentando con ogni mezzo possibile di placare le fiamme evitando ingenti danni anche se le fiamme sono state veramente alte a tratti.

    I Vigili del Fuoco sono intervenuti anche con i canadair. Presto, troppo presto, ancora per stabilire con certezza le cause dell’incendio che allo stato attuale restano sconosciute. E’ evidente che le condizioni metereologiche possano aver contribuito ad alimentare questo rogo.

    Monitoreremo la situazione per fornirvi degli aggiornamenti. Intanto, come detto, brucia anche il palermitano, notizia di ieri infatti le fiamme che hanno devastato ettari di terreno tra Gibilmanna e Cefalù.

    “Bruciano i primi pini alcamesi, dopo decenni di assoluta tranquillità nella riserva di Monte Bonifato, toccati dall’incendio che da qualche ora imperversa nel cuore di una delle più belle riserve della Sicilia, sia sul piano della flora che della fauna. Le fiamme, secondo quanto si apprende da alcune prime dichiarazioni, hanno raggiunto alcuni alberi monumentali, simbolo della riserva che, così, sta per essere gravemente compromessa” così il capogruppo del Partito democratico, al consiglio comunale di Alcamo, Antonio Fundarò. “Condanno con ogni forza il grave atto compiuto ai danni di tutta la comunità alcamese e siciliana”.