Basket: salva la serie C. La Libertas si iscrive ma la città deve rispondere

Dopo l’abbandono del main sponsor e le relative preoccupazioni di sopravvivenza, Alcamo non perderà la serie C maschile. La Libertas, infatti,  ha inoltrato la regolare domanda di adesione al massimo campionato regionale maschile.

Non sarà comunque una stagione facile ma tutti, durante quest’estate fatta di tormenti e di riunioni, hanno dato la loro disponibilità a fare sacrifici: dirigenti, staff tecnico e appassionati si sono spesi per avviare contatti e convogliare aiuti economici. “Lanceremo diverse iniziative – ha detto il presidente Tanino Paglino – e abbiamo bisogno che Alcamo ci sostenga. Noi ci crediamo e non volevamo mortificare la passione della gente. Per questo ci siamo iscritti al campionato”.

Rispetto alla serie D, vinta con vittorie e cifre da capogiro, la serie C Silver sarà certamente tutt’altra musica, non soltanto per il livello tecnico generale ma anche per l’organizzazione del campionato: 15 trasferte in ogni angolo della Sicilia (da Palermo a Ragusa), turni infrasettimanli, tasse gare e quote tesseramenti più che raddoppiati.

In questo momento contraddistinto da frenetiche riunioni e incontri, è certamente prematuro parlare di obiettivi e di composizione del roster. Di certo si ripartirà da coach Vincenzo Ferrara, riconfermatissimo alla guida tecnica della squadra, che è stato uno dei primi a dire “presente” nonostante l’inatteso momento di difficoltà scaturito dall’incomprensibile abbandono di Lipari Consulting.

“Il coach ha abbracciato il progetto senza batter ciglio  – ha spiegato il ds Peppe Chimenti – e sapendo che dovrà fare tanti sacrifici. Ma lui ama troppo la pallacanestro e la sua città. Non poteva tirarsi indietro e noi assieme a lui”.