Balestrate, da solo ripulisce scogliera in 7 giorni. Il suo master era in pausa

0
1369

Una settima intensissima di lavoro, faticoso e certosino, per ripulire una tratto di costa, fra Balestrate e Trappeto, contraddistinto da un’impervia scogliera e poco raggiungibile. Alla fine Sergio Modica, monrealese di 31 anni che frequenta a Bologna un master in marketing e comunicazione, ce l’ha fatta e per giunta, incredibilmente, da solo.  Ben 25 grossi sacchi di rifiuti sono stati prelevati sabato dai mezzi del comune balestratese dopo che il lavoro del giovane volontario si era s già a fine marzo. La stupenda scogliera situata nei pressi della foce del fiume Jato è ritornata a mostrare il suo aspetto più bello senza più degrado e spazzatura. Sergio lo scorso aveva contattato il WWF Sicilia Nord Occidentale per denunciare le condizioni terribili di quel tratto di litorale. Anni di inciviltà di persone che avevano abbandonato plastica e rifiuti di ogni genere che avevano trasformato una meravigliosa area in una sorta di discarica. Il WWF si è però ritrovato con serie difficoltà, nonostante l’impegno di uno dei consiglieri Giorgio De Simone, per organizzare un gruppo di volontari: sarebbe stato necessario coordinare enti, comuni e capitaneria di porto. L’intervento venne quindi rinviato a data da destinarsi. Sergio, però, non si è abbattuto ed anzi proprio in questi inghippi burocratici ed organizzativi ha trovato la forza di mettersi al lavoro, da solo, mettendoci anche di tasca propria ed utilizzando l’intera settimana di pausa prevista dal master che frequenta. A fine marzo, quindi, il giovane monrealese ricontatta il WWF comunicando che aveva provveduto lui stesso a ripulire la scogliera da tutti i rifiuti e che aveva posizionato 25 sacchi di immondizia che sarebbero dovuti essere rimossi. L’amministrazione comunale guidata da Vito Rizzo, dopo numerosi solleciti da parte del WWF, è finalmente intervenuta ma appena due giorni. La caletta e la scogliera da sabato scorso sono tornati a risplendere. Una sola persona, armata di buona volontà e buoni propositi, ha rimediato al danno provocato da tanta gente incivile. È importante quindi, come sottolineato anche dal WWF Sicilia Nord occidentale, che queste iniziative siano svolte sempre in un’ottica di inclusione e partecipazione, in modo che persone come Sergio non siano lasciate da sole.