ARS, prima seduta il 10 novembre. Scrutinio finalmente completato. Turano tra i più ‘navigati’

0
76

E’ stato necessario un mese, una sorta di vero e proprio record, per completare lo scrutinio delle elezioni regionali svoltosi lo scorso 25 settembre. Adesso i 70 deputati regionali potranno insediarsi. La prima seduta a Sala d’Ercole è stata convocata per giovedì 10 novembre. Nei giorni successivi, probabilmente già venerdì11, si insedierà il governo Schifani con il giuramento in Parlamento. Confermati i cinque parlamentari della provincia di Trapani. L’alcamese Mimmo Turano, il marsalese Stefano pellegrino, il trapanese Dario Safina, il partannese Nicola Catania e la trapanese di Misiliscemi, originaria di Mussomeli,  Cristina Ciminnisi.

Questi i deputati eletti all’ARS, tenendo conto di rinunce, elezioni in più province e opzioni per altri seggi alla Camera o al Senato. Tredici seggi a Fratelli d’Italia. Oltre al sindaco di Partanna anche un altro Catania, Giuseppe, e poi Savarino, Galvagno, Daidone, Galluzzo, Aricò, Intravaia, Ferrara, Assenza, Cannata, Amata e Zitelli. Altri tredici a Forza Italia. Con il marsalese Pellegrino entreranno a palazzo dei Normanni il 10 novembre Schifani, Gallo, La Rocca Ruvolo, Mancuso, Falcone, D’Agostino, Lantieri, Grasso che prende il posto di Calderone  andato al Senato), Miccichè, Tamajo, Vitrano e Gennuso. Cinque seggi alla Lega. Oltre all’alcamese e assessore uscente Turano anche Sammartino, Laccoto, Figuccia e Caronia. Cinque parlamentari pure per la Democrazia Cristiana di Cuffaro: Pace, Barbaro Messina, Albano, Abbate e Marchetta.

Un seggio in meno per l’Mpa: Di Mauro, Lombardo, Carta e Castiglione. Il PD, che è all’opposizione, piazza udnci parlamentari a Sala d’Ercole: il trapanese Safina e poi Catanzaro, Barbagallo, Burtone, Venezia, Cracolici, Giambona, Chinnici, Dipasquale, Spada e Lanza. Altri undici per il  Movimento 5 Stelle: la trapanese Ciminnisi e quindi Cambiano, Marano, De Luca, Varrica, Sunseri, Campo, Gilistro e Di Paola: quest’ultimo era candidato in più seggi quindi potrebbe fare spazio ai primi dei non eletti: ad attendere la scelta ci sono la palermitana Schillaci, il nisseno Ciancimino e la catanese Ardizzone. Sud chiama Nord piazza otto deputati regionali: Cateno De Luca il secondo dei più votati fra i candidati a presidente, con Balsamo, Vasta, Sciotto, Lombardo, De Leo, La Vardera e Geraci.