Alcamo, via per Camporeale franata: illuminazione ripristinata

0
412

A piccoli passi si sta provando a rimettere in sesto la strada provinciale che collega Alcamo a Camporeale. Ieri dalla prima serata e per diverse ore i vigili del fuoco del distaccamento alcamese hanno lavorato per mettere in sicurezza il sito. Questo soprattutto per permettere il proseguimento dell’attività d’indagine e monitoraggio dell’area da parte di tecnici del Comune e della protezione civile: in tal senso è stato necessario intervenire per demolire alcuni muri ormai pericolanti e alcuni pali dell’illuminazione pubblica. La protezione civile, la polizia municipale e i dipendenti del servizio illuminazione pubblica del Comune di Alcamo hanno contribuito con il loro supporto allo svolgimento delle operazioni. Grazie all’attività di coordinamento è stato possibile ripristinare l’illuminazione pubblica che era venuta a mancare quando si è verificato il collassamento della sede stradale. Sul posto erano presenti, oltre al geologo Antonio Bambina, anche il sindaco Domenico Surdi, il suo vice Vittorio Ferro e l’assessore alla Protezione civile Fabio Butera. La strada la momento resta ancora chiusa del tutto al transito: decisione presa venerdì sera dopo che ci si era resi conto che il livello della strada era calato di altri 30 centimetri nel’arco di una settimana dalla prima frana che si era verificata. da qui l’ordinanza del comandante della polizia municipale, Giuseppe Fazio, di divieto totale di transito a tutti i veicoli per circa 150 metri dalla via Monsignor Tommaso Papa. Sino a questo momento sono state sgomberate 5 abitazioni che insistono in zona proprio per l’incombente pericolo frana. Da venerdì sera stanno presidiando la zona le associazioni di Protezione civile chiamate a dare informazioni alle auto in transito ed a garantire la totale sicurezza in zona. La frana, secondo il monitoraggio dei tecnici comunali, è ancora in movimento e quindi potrebbe ulteriormente far sprofondare la sede stradale. Una vera tegola per i tanti pendolari che da Camporeale raggiungono Alcamo e che stanno attraversando non pochi disagi, primi fra tutti gli studenti che frequentano gli istituti superiori alcamesi. Per loro già da qualche giorno è stato deciso di anticipare la partenza dell’autobus di un quarto d’ora, considerato che il mezzo è costretto a causa della frana a fare una deviazione che allunga di diversi chilometri il percorso. Dallo corso venerdì il divieto di passaggio viene imposto anche alle auto che invece sino a ieri potevano attraversare seppur vigente un senso unico alternato. Non sono bastate evidentemente le precauzioni che erano state prese dal Comune di Alcamo già quando era stata rilevata la prima frana: ad essere stati attivati per l’appunto il senso unico alternato, il limite di velocità a 20 chilometri orari e il divieto assoluto di transito ai mezzi di peso superiore a 3,5 tonnellate.