Alcamo, “Vademecum utilizzo spiagge”

    0
    414

    Il Consigliere Comunale alcamese Antonio Fundarò, Capo Gruppo del Partito Democratico, ha presentato ed ottenuto la trattazione del problema, con l’audizione dell’assessore Ottilia Mirrione, in quarta commissione, una mozione di indirizzo su “vademecum dei divieti sul litorale del comune di Alcamo ed istituzione del nucleo “Spiaggia”, in quad e a piedi, della Polizia Municipale.

     

    Il consigliere Antonio Fundarò, a premessa della mozione, fa notare come il litorale di Alcamo Marina ha già inaugurato la stagione estiva con, purtroppo, pochissimi stabilimenti balneari che andrebbero, invece, incentivati e favoriti in ogni modo e che è invalsa la cattiva abitudine di turisti e vacanzieri di impiantare tende e bivacchi lungo la battigia per trascorrere in spiaggia intere giornate e notti. Una usanza vietata da apposite norme previste dal Codice della Navigazione.

     

    “Questi bivacchi si verificano, in special modo, ogni fine settimana, quando la spiaggia diventa vittima di incontrollati ed indecorosi bivacchi notturni da parte di bagnanti che il sabato sera posizionano, ombrelloni e tende, in attesa di guadagnare uno spazio fronte mare per la domenica mattina” continua il capogruppo del PD Antonio Fundarò.

     

    “Detti bivaccanti trasformano, durante la notte, la spiaggia in luogo ove consumare indecenti bisogni fisici, stante l’assenza, lungo l’arenile, di presidi igienici; capita spesso vedere riprodotta la musica, con steri accesi, in spiaggia, dopo le ore due di notte, con inevitabile disturbo della quiete pubblica; lettini, sdraio e materassini vengono collocati selvaggiamente, durante il giorno, anche, sul bagnasciuga, occupando la cosiddetta “fascia di sicurezza” di cinque metri compresi tra il mare e la spiaggia. La riva deve essere lasciata sempre libera per consentire ai mezzi di sicurezza interventi di soccorso in mare”.

    E continua Fundarò “vanno garantite e tutelate, tuttavia, le forme di aggregazione, specie giovanile, lungo l’arenile che, talvolta, rendono pittoresca ed unica, romantica ed ineguagliabile, la splendida spiaggia di Alcamo Marina”.

     

    In ragione di tali premesse il capogruppo Fundarò ritiene sia necessario “un maggior controllo, anche diurno, degli utilizzatori della spiaggia e delle modalità di smaltimento dei rifiuti prodotti dai bagnanti”.

     

    Con queste premesse il consigliere Antonio Fundarò chiede al consiglio comunale di impegnare il sindaco e la giunta a porre in essere ogni utile iniziativa al fine di: istituire un apposito nucleo della Polizia Municipale, da far circolare a piedi od in quad sulle spiagge del litorale alcamese, finalizzato all’osservanza degli obblighi e dei divieti previsti dalla normativa vigente e dalle ordinanze sindacali; garantire maggiore sicurezza ai villeggianti ed ai bagnanti sull’arenile alcamese; ad apporre, in luoghi visibili, un’apposita cartellonistica contenente le norme di utilizzo delle spiagge ed gli eventuali divieti normativi e sindacali; verificare se siano garantire le norme igieniche durante l’utilizzo notturno delle spiagge”.