Alcamo, una via per Rita Atria

Alcamo intitolerà una via a Rita Atria,  testimone di giustizia di Partanna.

La ragazza aveva intrapreso la difficile strada della collaborazione co Paolo Borsellino ma fu osteggiata dalla madre. La ragazza morì suicida nel luglio del 1992 pochi giorni dopo aver appreso la morte del giudice Borsellino, per lei unico riferimento da mesi. Rita aveva perso il padre e un fratello, e la cognata Piera Aiello aveva prima di lei intrapreso già la via della collaborazione.

La scorsa estate è stata finalmente posta la lapide che ricorda Rita nel cimitero del suo paese, Partanna, grazie all’impegno di Don Ciotti e di Libera.

Adesso anche Alcamo ricorderà con una via la giovane di 17 anni che osò sfidare la cultura mafiosa e il volere materno di mettere tutto a tacere. La cerimonia di intitolazione avverrà prossimamente mentre la via prescelta è la prima traversa di Via Mattarella.