Alcamo-Una “città per vecchi”: meno nascite e più anziani

Dal 2002 ad oggi un’età media che si è alzata di oltre 3 anni: ad Alcamo la comunità invecchia a vista d’occhio, vuoi da una parte perchè si sono alzate le aspettative di vita, vuoi perchè dall’altra si è abbassato anche l’indice delle nascite. Insomma, si vive più a lungo ma di contro i giovani sono sempre meno anche perchè si registrano meno nascite. Appare particolarmente allarmante il dato sociale alcamese perchè le proporzioni sono davvero preoccupanti. Emblematico il grado invecchiamento della popolazione, sulla base dei dati Istat, vale a dire il rapporto tra il numero degli ultrassessantacinquenni ed il numero dei giovani fino ai 14 anni. Nel 2015 quest’indice si è attestato a 155,9 anziani ogni 100 giovani, quindi ogni due under 14 ci sono ben tre anziani. Che ci sia stato un calo demografico evidente lo si può notare in modo lampante dalle statistiche. Le coppie sono sempre più meno propense non solo a sposarsi ma anche a fare figli: nel 2002 Alcamo contava ad esempio 7.579 soggetti al di sotto dei 14 anni, nel 2015 questa cifra è scesa drasticamente di ben oltre mille unità, ed è arrivata a 6.312 soggetti. Di anziani invece la città ne fa praticamente il “pieno”. Nella fascia di età tra i 14 ed i 64 anni si è passati da 27.991 unità a 29.353. Ma questo riferimento, comprendendo anche una fascia d’età giovanile, riesce poco a dare l’idea dell’invecchiamento reale della città. Molto più significativo l’altro dato, quello relativo agli over 65: 14 anni fa erano 8.301, oggi invece sono saliti a 9.839. C’è da dire che è cresciuta complessivamente anche la popolazione residente: 43.871 nel 2002, 45.504 nel 2015. In questo contesto però è cresciuta anche l’età media della popolazione: 40 anni tondi tondi 14 anni fa, a chiusura dello scorso anno invece questo indice è salito a 43,2. Ad andare a fondo nei dati emerge senza mezzi termini che in realtà sull’aumento della popolazione ha inciso sicuramente l’immigrazione dai paesi stranieri. Nel 2004 erano all’incirca 200 gli stranieri che presero la residenza, oggi questa cifra è salita a ben 1.581. Se si considera che dal 2002 ad oggi i residenti in più risultano essere 1.633 ecco che praticamente la differenza evidentemente  sta tutta proprio nell’arrivo di stranieri nel territorio alcamese. La crescita demografica lo si deve soprattutto a loro.