Alcamo-Un alcamese tra i docenti più bravi d’Italia

0
555

 

C’è anche un insegnante alcamese fra i tre docenti siciliani più bravi d’Italia. Si tratta di Antonio Fundarò, ex consigliere comunale,  giornalista pubblicista, autore di diverse pubblicazioni, che insegna all’istituto comprensivo “Renato Guttuso” di Carini. Fundarò e gli altri due insegnanti siciliani hanno superato la selezione più difficile, quella che ha visto in campo ben 10 mila 798 candidati alla prima edizione dell’Italian teacher prize, che ha ridotto in tutta Italia i pretendenti alla vittoria in 50 docenti. Nel 2015-2016 Antonio Fundarò ha realizzato due progetti “Il gioco della legalità e un percorso di integrazione tra culture diverse attraverso la gastronomia dal titolo “Vivere il mare”. Fundarò era stato sollecitato a partecipare al concorso, dai genitori dei bambini, quando, lo scorso anno, insegnava all’istituto “Grassi” di Fiumicino. Ora i 50 finalisti svolgeranno un elaborato. I dieci migliori compiti verranno valutati dalla giuria, presieduta da Monica Maggioni, presidente della Rai, e composta da figure prestigiose come lo scrittore e insegnante Eraldo Affinati, dall’ex magistrato, oggi scrittore di successo, Gianrico Carofiglio, da Nando Dalla Chiesa, professore e presidente onorario di “Libera” e dall’attrice Cristiana Capotondi, che individueranno i cinque finalisti. Il primo classificato riceverà un premio di 50 mila euro, gli altri quattro trentamila euro a testa. Soldi che andranno alle scuole in cui prestano servizio. Il vincitore parteciperà al Global teacher prize 2017, che decreterà l’insegnante più bravo del mondo. Prima di partecipare alla prima fase e quindi essere ammessi al concorso, i curricula sono stati esaminata da una commissione ministeriale.