Alcamo-Tempi lunghi per riaprire la chiesa del Collegio

0
310

Il verbale redatto dai quattro tecnici dopo il sopralluogo nella chiesa del Collegio di Alcamo è stato consegnato al Demanio, proprietario del grande immobile la cui facciata principale si erge maestosa in piazza Ciullo. Ma i tempi per la riapertura della chiesa del Collegio non sembrano brevi. Dopo il sopralluogo, effettuato principalmente sul tetto e sulla grande cupola, è calato il silenzio. Dai controlli non sarebbero emersi  problemi di staticità ma la necessità di interventi di manutenzione sul tetto, dove nel tempo a causare danni è il guano dei colombi. Un silenzio da parte del Demanio che preoccupa i fedeli e  il rettore della chiesa del Collegio, padre Vito Filippi che da diversi mesi celebra le funzioni religiose presso la chiesa della Sacra famiglia, un gioiellino troppo piccolo per potere ospitare i numerosi fedeli che hanno il loro punto di riferimento nella chiesa del Collegio, che fu gestita di gesuiti che hanno formato sino agli anni 2000 tante importanti intelligenze di giovani alcamesi poi diventati affermati professionisti. A bloccare l’inizio degli interventi di manutenzione la necessità da parte del Demanio di trovare i finanziamenti. Padre Vito Filippi continua a lanciare appelli a tutte le istituzioni affinché trovino al più presto le soluzioni in modo che si possa riaprire la chiesa. Noi  proseguiamo la campagna col tg di Alpauno per sensibilizzazione  tutte le autorità affinché si impegnino per la riapertura della chiesa,  i cui lavori per la realizzazione iniziarono nel 1684. La chiusura è avvenuta a seguito della caduta di calcinacci nella parte prospiciente la via Mazzini alla fine dello scorso mese di novembre.