Alcamo-Studenti del liceo “Ferro” a Roma ricevuti da Mattarella

0
4613

Trentadue alunni del liceo “Ferro” di Alcamo, nell’ambito delle attività inerenti all’educazione alla legalità, hanno partecipato all’udienza con il Presidente della Repubblica, che si è tenuta ieri al Quirinale. Il Presidente Sergio Mattarella ha risposto alle domande poste dagli studenti di alcuni Istituti di istruzione secondaria di secondo grado venuti da tutta l’ Italia. Per il liceo alcamese   Luca Russo, in rappresentanza della comunità studentesca, ha sottoposto il quesito: “la Costituzione italiana sancisce all’art.104 che la Magistratura ‘costituisce un ordine autonomo ed indipendente da ogni potere’.  Questa idealità, che affonda le radici nel “De l’esprit des lois” di Montesquieu, garantisce la libertà del cittadino nei suoi rapporti con lo Stato. Come potremmo salvaguardare questo principio da eventuali invasioni di campo degli altri poteri?”. Il Presidente Mattarella, richiamando gli articoli 101 e 104 della Costituzione, si è soffermato sul  valore democratico della divisione dei poteri e sugli organi che garantiscono l’autonomia della Magistratura. Ai giovani ha augurato di aver sempre chiari i limiti di competenza dei tre poteri senza perdere di vista l’importanza di una leale collaborazione tra di essi. Alla fine dell’incontro il Presidente insieme al Ministro della pubblica istruzione Bussetti si è soffermato con gli studenti,  con il nostro Dirigente scolastico Giuseppe Allegro e con i docenti Placenza, Bertolino, Oliveri per lo scambio di saluti e  auguri. All’incontro ha partecipato una delegazione di 32 alunni del quinto anno che hanno potuto  visitare il palazzo del Quirinale e i giardini.