Alcamo-Street control per gli automobilisti indisciplinati

 

Si chiama “street control”. E’ un’apparecchiatura che viene collocata sul tettuccio delle auto della polizia municipale, che mentre è in movimento, facilmente può riprendere le infrazioni al codice della strada e successivamente notificare le multe dove risiedono i trasgressori. Molto presto anche ad Alcamo, dove l’illegalità diffusa in tema di circolazione stradale rappresenta un’emergenza per il traffico, entrerà in funzione la “street control”. Già qualche anno fa una telecamera venne collocata sulle auto della polizia municipale di Alcamo. Ma durò molto poco. La nuova apparecchiatura rappresenterà un deterrente alle centinaia di violazioni quotidiane al codice della strada? Un fatto è certo: il Comune di Alcamo potrebbe risolvere tutti i problemi di cassa, se riuscisse ad elevare multe agli automobilisti indisciplinati in una città in cui per atteggiamenti da mafiosetti da strapazzo, da parte di individui al volante, debbono subire anche gli agenti della polizia municipale, spesso vittime dei prepotenti. E’ noto che l’organico della polizia municipale è molto carene e quindi non si possono istituire servizi, sulle strade, con più pattuglie. Strade, come per esempio in alcuni tratti della via Madonna del Riposo o della via Amendola, di viale Italia etc. dove sarebbe necessario aprire stazioni permanenti h 24 dei vigili urbani. Sarebbe necessario il rispetto del codice della strada, usare molto di meno le auto, per una circolazione più scorrevole. Invece ad Alcamo anche per pochi metri si usano le auto, che provocano inquinamento e danni alla salute. Così auto in doppia e  tripla fila nelle principali arterie. Mentre è quasi impossibile attraversare o girare dalle strette strade e non solo del centro storico, sempre a causa di vetture lasciate o posteggiate senza alcun criterio. Da qualche mese in funzione due carri attrezzi. E occorrerebbero una decina. Ma il carro attrezzi dovrebbe prima prelevare le auto che ostacolano la circolazione e poi quelle lasciate in zone vietate, come per esempio in piazza della Repubblica, ma che non creano problemi. Il carro attrezzi impiega tre minuti e 12 secondi per prelevare comodamente un’auto dal piazza della Repubblica, corsia lato castello. Mentre sulla corsia lato est fanno bella mostra auto in doppia fila senza che se ne curi nessuno. Con lo “street control” fioccheranno altre multe per  gli indisciplinati, ma ad Alcamo occorre forse una rivoluzione culturale per iniziare a rispettare le regole: ovvero non posteggiare davanti a porte o garage, non lasciare le auto in doppia o tripla fila, non parlare al cellulare mentre si è alla guida e tanto altro per non mettere a repentaglio la propria e l’altrui sicurezza.