Alcamo: spaccio, beccato un insospettabile elettricista

Beccato un altro pusher della movida alcamese. E’ il terzo che finisce dietro le sbarre negli ultimi mesi. Si tratta di un insospettabile, l’alcamese Filippo Corso, 36 anni incensurato, di professione elettricista. L’uomo è stato fermato nella serata di sabato nel corso di uno dei diversi posti di blocco che nel week-end appena trascorso sono stati istituiti dai carabinieri della locale Compagnia con la collaborazione di altre stazioni del comprensorio. E’ stato incastrato più che altro per avere effettuato una manovra anomala con l’auto proprio neri pressi di un posto di blocco. Ha fatto finta di posteggiare e di entrare in un tabacchino. Ma all’uscita i carabinieri lo hanno fermato e sottoposto il veicolo e la sua abitazione a perquisizione: all’interno di un borsello venivano ritrovate 53 dosi di “cocaina” per un peso complessivo di 30 grammi, altri 15 grammi di marijuana, 30 di mannite, oltre che 16 proiettili calibro 380 millimetri a salve e mille e 400 euro in contanti, ritenuto proventi dello spaccio. In precedenza tra carabinieri polizia sono stati arrestati altri due pusher della movida dietro segnalazione degli stessi cittadini esasperati. In questo fine settimana è stata portata a termine l’ennesima operazione contro la movida selvaggia e l’arresto di Corso non è l’unico risultato. Il dispositivo messo in atto dalla Compagnia alcamese ha consentito di denunciare all’Autorità giudiziaria quattro persone e controllare oltre 100 autovetture. Uomini in divisa e in borghese si sono mescolati tra la folla tra la Piazza Ciullo, il Collegio dei Gesuiti, Piazza Mercato e le stradine del centro. Uno dei denunciati. F.M., 55 anni, pregiudicato, è stato beccato nei pressi di un bar perché trovato in possesso di 3 grammi di cocaina confenzionate in 3 dosi. Un’altra denuncia è scattata per un 24enne di Terrasini trovato alla guida dell’auto in stato di ebbrezza, ed altri due sono stati sempre deferiti per guida senza patente. Salgono con questo a 36 i servizi straordinari di controllo del territorio predisposti dai carabinieri della Compagnia di Alcamo dall’inizio dell’anno. In totale sono state fermate ed identificate circa 6 mila persone e controllati più di 2 mila e 500 veicoli, denunciando alla Procura della Repubblica 49 soggetti per guida in stato di ebrezza alcolica e 12 per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. I controlli, viene annunciato dalla Compagnia, continueranno anche nelle prossime settimane. In particolare saranno predisposti ulteriori servizi in prossimità delle festività natalizie per rafforzare la presenza dell’Arma sul territorio e garantire un’indispensabile cornice di sicurezza ai cittadini.