Alcamo-Settore Urbanistica, chiuso il cerchio: subito il dirigente

ALCAMO – La settimana prossima si chiude il cerchio attorno alla nomina del nuovo capo del Settore Urbanistica del Comune. E’ stato definito dal commissario del Comune, Giovanni Arnone, con la collaborazione del segretario generale Cristofaro Ricupati, il percorso che porterà finalmente a riavere un dirigente facente funzione in quello che si può definire come uno dei Settori nevralgici della macchina burocratica ed anche della vita economica del territorio. Già sono stati predisposti gli atti formali per la nomina di Giuseppe Stabile, così come si era ventilato nei giorni scorsi: “Agli inizi della prossima settimana – sottolinea Arnone – incontreremo i sindacati per effettuare la necessaria concertazione e modificare quindi il regolamento che ci permetterà di nominare Stabile. Una volta effettuato questo passaggio nell’arco di 15 giorni saremo in grado di completare tutto e far insediare quindi il nuovo responsabile dell’apparato della macchina burocratica”. La modifica al regolamento è necessaria in quanto Stabile non è laureato, risulta essere inquadrato con categoria ‘D’ in fascia ‘A’ e quindi dovrà essere applicata una sorta di deroga per dargli una posizione organizzativa. L’idea di fondo pare comunque essere quella di affidargli un incarico che possa ricoprire per l’arco di tutto il periodo di gestione commissariale. Per Stabile sarebbe un ritorno: già in due riprese, seppur per breve periodo, ha ricoperto tale incarico ad interim nel corso della legislatura durata appena tre anni di Bonventre. Prima ancora per un anno era stato nominato un dirigente esterno, Carlo Bertolino. Poi lo sforamento del Patto di stabilità e la grave crisi finanziaria del Comune ha portato ad un completo blocco delle nomine, non essendoci in pianta organica un dipendente che possa svolgere tale mansione per mancanza di titoli professionali o per incompatibilità. Il commissario comunque pare che voglia andare anche oltre, avendo compreso lo stato di grave crisi del settore edilizio. Si va ventilando infatti l’ipotesi che possa essere nominato ad interim un altro dirigente all’Urbanistica in attesa dei 15 giorni per la pubblicazione del regolamento necessari per dargli efficacia e far insediare quindi Stabile. La situazione al Settore è diventata davvero esplosiva. Oramai dai un mese e mezzo l’Urbanistica è senza un dirigente, quindi è tutto bloccato. Nel frattempo pare che giacciono negli uffici, già esitate, oltre un centinaio di pratiche edilizie che aspettano solo la firma del dirigente. Sarebbe una vera boccata d’ossigeno per l’economia edile alcamese, da tempo in fortissima crisi, ma anche per le casse comunali che proprio da questo settore hanno importati introiti.