Alcamo, Scibilia risollecita riapertura della pro loco

Il presidente del consiglio comunale di Alcamo Giuseppe Scibilia, con una nota inviata nuovamente al sindaco, Sebastiano Bonventre, auspica la riapertura della Pro Loco. Già qualche mese fa Scibilia aveva sollecitato l’amministrazione in tale senso.

Scibilia scriveva testualmente: “nella storia della nostra città, la Pro Loco, seppur con discontinuità in quanto legata, spesse volte, al solo entusiasmo di singole persone, ha contribuito alla realizzazione di attività di promozione e sviluppo del territorio. Recentemente, alcuni cittadini hanno manifestato un vivo interesse per la rinascita di quest’associazione e la ricostituzione della stessa, le cui attività afferiscono agli ambiti turistico, sociale, culturale e sportivo.

La Pro Loco – continuava Scibilia – potrebbe dare la possibilità a tante persone di offrire un valido contributo, di natura volontaria, alla nostra comunità; esse rivestono un particolare rilievo per lo sviluppo delle attività turistiche, in special modo per quel che concerne i prodotti tipici dell’enogastronomia e dell’artigianato locale, le tradizioni popolari, la tutela e la salvaguardia dei patrimoni storico-artistici, architettonici, culturali e ambientali.

La Pro loco di Alcamo – concludeva la nota del presidente del consiglio comunale – non svolgerebbe un percorso diverso da quello disegnato dal Sindaco Bonventre per la città, bensì darebbe sostegno alle attività, già ben organizzate dagli assessori ai vari rami, apportando il valore aggiunto di entusiasmo, creatività e competenze di tanti cittadini”.