Alcamo-Rischio incendi, controlli di Protezione civile sul territorio

Con l’arrivo del vento di scirocco e le temperature elevate di questi giorni  torna a farsi sentire prepotentemente la paura per gli incendi. Ancora troppo vivo ad Alcamo il ricordo di quello, devastante, del settembre 2012: le fiamme distrussero un ampio versante del monte Bonifato mandando in fumo ettari di vegetazione. Quell’episodio portò alla mobilitazione dell’associazionismo, dal mondo della scuola e della forestale per tentare di ricostruire il patrimonio boschivo andato perduto con piantumazioni organizzate. E ancora una volta le associazioni avranno un ruolo prezioso nella tutela del territorio. L’assessore alla Protezione Civile, Fabio Butera, ha difatti incontrato, nei giorni scorsi, le associazioni che collaborano con la Protezione Civile, tra cui la Croce Rossa, per organizzare un sistema integrato di controllo. “Abbiamo stipulato un protocollo d’intesa con le associazioni del territorio per iniziare un’attività di monitoraggio dei luoghi sensibili agli incendi boschivi che possa garantire un valido supporto a quanto già svolto dagli agenti di Polizia Municipale  – dichiara  Butera-. Il servizio, che ad oggi è già partito, – spiega l’assessore- si articola tramite ronde e posti di controllo fissi, durante l’arco dell’intera giornata, che mirano a individuare i primi focolai o le attività sospette, per dare l’allarme alle autorità preposte alla repressione”. “Alle intese intercorse  – aggiunge – potranno aggiungersi altre associazioni e verrà data stabile efficacia, attraverso la stipula di una convenzione ad hoc, predisposta secondo le procedure previste per legge. È necessario mettere a sistema tutte le professionalità presenti al fine di salvaguardare quanto di più bello abbiamo nel nostro territorio”. Viste le attuali condizioni climatiche, il sindaco Domenico Surdi sottolinea ancora una volta, anche su Facebook, l’importanza di vigilare, soprattutto in queste giornate, affinché vengano scongiurati gli incendi ed invita chiunque “a comunicare tempestivamente ogni notizia ritenuta utile”. E ricorda, infine,  che è stata emanata un’ordinanza che impone ai proprietari di terreni a rischio incendio di provvedere alla pulizia: anche su questo sono in corso accertamenti.