Alcamo: rifiuti e discariche, sanzioni a raffica

0
405

ALCAMO – Raffica di multe a chi non differenzia correttamente i rifiuti ad Alcamo. Il Comune fa sul serio e dopo un “primo assaggio” di verbali nel 2014, in questo primo scorcio di anno le sanzioni sono addirittura più che raddoppiate. In 84 sono stati individuati da gennaio ad aprile scorsi: vale a dire una infrazione rilevata ogni giorno e mezzo. Una vera mazzata frutto della task force costituita dal Comune in collaborazione con l’Aimeri Ambiente, la società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti nel territorio, ha dato i suoi frutti contro gli incivili. Per i trasgressori solo stangate e pugno duro: in alcuni casi si potrebbero configurare anche reati di tipo penale per abbandono di rifiuti pericolosi. Il bilancio è stato reso noto dallo stesso assessore all’Ambiente Salvatore Cusumano: 44 i verbali già elevati e altri 40 sono in fase di istruttoria. Le multe sono elevate da un’apposita squadra di 4 vigili urbani che, accompagnati da un tecnico dell’Aimeri, controllano strade e piazze per il rispetto dell’ordinanza di conferimento all’esterno dei sacchetti della spazzatura. In pratica i sacchetti sono stati aperti per verificare la corretta esposizione del rifiuto in base alla giornata di raccolta e anche il rispetto dell’orario. Questo e non solo: nelle aree più periferiche ci sono stati controlli per verificare l’abbandono di rifiuti. Una risposta alla recente interrogazione inoltrata dai consiglieri comunali dell’Udc Benedetto Vesco e Gina Caldarella nella quale lanciano l’allarme sul proliferare delle discariche abusive nelle periferie e soprattutto ad Alcamo marina. “Serve da parte del Comune – sottolineano i due esponenti del civico consesso – una più incisiva ed efficace azione di contrasto preventivo, ritenendo che il problema dell’abbandono dei rifiuti del territorio non potrà essere risolto con l’attivazione del centro comunale di raccolta”. “Rispondiamo con i numeri – replica l’assessore Cusumano – che dimostrano come il mio assessorato sta lavorando incessantemente sotto il profilo del contrasto all’abbandono di rifiuti. Oltre ad avere raddoppiato le sanzioni rispetto allo stesso periodo dello scorso anno per chi conferisce irregolarmente i rifiuti differenziati, abbiamo anche lavorato molto proprio al contrasto delle discariche abusive. Nel 2014 sono state 93 le violazioni riscontrate nei confronti di altrettanti proprietari terrieri dove è stata accertata la presenza di discariche abusive a cielo aperto. Abbiamo fatto poi altre 15 segnalazioni nei confronti degli enti preposti per la bonifica dei siti”. Va poi a gonfie vele anche la raccolta differenziata: “Da quando mi sono insediato io – precisa l’assessore all’Ambiente – la raccolta differenziata è salita dal 42 al 52 per cento. Vuol dire che ha funzionato molto anche la campagna di sensibilizzazione che è stata fatta in questi mesi con successo”.