Alcamo-Raccolta rifiuti, salta un turno di indifferenziato; per gli esercenti turno domenicale

0
457

Eliminato un turno di raccolta dell’indifferenziato porta a porta per le utenze domestiche; per quelle commerciali scatta la raccolta anche domenicale. Parte una mini rivoluzione al servizio di raccolta dei rifiuti ad Alcamo che apporta le prime importanti modifiche che già erano state preannunciate dal Comune nei mesi scorsi. Dal prossimo 30 gennaio entrerà in vigore una nuova ordinanza del sindaco Domenico Surdi che sancirà delle modifiche sostanziali. Intanto per le utenze domestiche, quindi per le abitazioni, salta un turno settimanale di raccolta dell’indifferenziato. Niente più raccolta il giovedì, per il resto tutto invariato come da attuale calendario; l’Rsu sarà ritirato davanti le porte delle case il martedì e sabato, l’organico il lunedì, mercoledì e venerdì, invariata la raccolta dell’indifferenziato per plastica, carta e metalli. Si implementa invece il servizio per le utenze commerciali, in particolare per chi somministra alimenti e bevande. Anzitutto si effettuerà il ritiro dei rifiuti anche la domenica, giorno in cui si potranno conferire organico, indifferenziato e vetro; negli altri giorni sarà possibile anzitutto farsi ritirare l’organico tutta la settimana, l’indifferenziato invece oltre alla domenica sarà ritirato il martedì e sabato. Per quanto concerne invece la differenziata si segue il calendario delle utenze domestiche. Secondo quanto prevede l’ordinanza le aree pubbliche o di uso pubblico di pertinenza di pubblici esercizi (quali negozi, chioschi, bar, alberghi, trattorie, pub, ristoranti e simili) devono essere costantemente pulite dai rispettivi gestori, indipendentemente dalle modalità con cui viene effettuato lo spazzamento da parte del gestore del servizio pubblico. Dal prossimo 1 marzo si dovranno utilizzare piatti e bicchieri di carta in sostituzione di quelli di plastica dal momento che la prima tipologia può essere conferita sia nella raccolta differenziata della carta che in quella dell’umido per piatti e bicchieri biodegradabili e compostabili. “I cittadini e i titolari di esercizi commerciali – recita l’ordinanza del primo cittadino – devono selezionare in maniera accurata i rifiuti per raggiungere gli obiettivi di legge per la raccolta differenziata; le frazioni dell’organico e dell’indifferenziata in sacchi non trasparenti non verranno raccolti. Bisognerà poi esporre la carta, nella giornata prevista, nel contenitore in dotazione o in sacchetti di carta ed anche in questo caso se tale modalità non verrà seguita il rifiuto non sarà ritirato”. In tal senso il Comune farà apporre un bollino in cui si specificherà il motivo della mancata raccolta e il commerciante o cittadino dovrà ritirarlo per conferirlo correttamente nel primo giorno utile di raccolta. Dall’1 marzo, con l’obiettivo di salvaguardare l’ambiente e la salute pubblica, si dispone il divieto di utilizzo di sacchetti neri ed in materiale non biodegradabile sull’intero territorio comunale.