Alcamo: Prg, in moto la macchina organizzativa

Il Comune di Alcamo avvia la costituzione dell’Ufficio di Piano per arrivare alla revisione del Piano regolatore generale, iter avviato già da oltre un anno. Contestualmente si dovrà anche realizzare il Vas, la valutazione di impatto ambientale. Proprio in questi giorni l’amministrazione comunale andrà a individuare i componenti dell’Ufficio di Piano facendo quindi entrare nella sua piena fase operativa la macchina che porterà per l’appunto alla revisione dello strumento urbanistico. L’Ufficio sarà affiancato da Circes, la società dell’Università di Palermo fortemente contestata da alcuni consiglieri comunali per la presunta inadeguatezza nell’affrontare questo lavoro. L’assessore all’Urbanistica Enzo Coppola (nella foto) è tornato sulla questione difendendo l’operato dell’amministrazione: “Il Circes – sottolinea – garantisce competenze ed esperienze universitarie. Professionisti docenti universitari che hanno avuto rapporti di studio e conoscenza con il nostro territorio e che partecipano ai tanti organismi che si occupano di pianificazione urbanistica in campo internazionale”. Secondo la tabella di marcia che si è imposta l’amministrazione la revisione dovrà tenere conto di alcune linee guida: le esigenze delle risorse economiche e naturalistiche esistenti e del turismo, la salvaguardia dell’ambiente, l’individuazione di una strategia per il traffico interno ed esterno alla città e di collegamento alle grandi vie e alle infrastrutture esistenti o da realizzare, il risparmio energetico, l’utilizzo della bioarchitettura, il recupero di Alcamo Marina assumendo anche scelte coraggiose, la riqualificazione del centro storico, la definizione di norme chiare e incisive e di un Regolamento Edilizio fatto da pochi ma efficaci articoli. “Il governo cittadino – aggiunge Coppola – pensa ad un insieme organico di scelte che si concretizzino in uno strumento elastico, modificabile, adeguato ai bisogni del territorio e dell’economia del territorio, che riorganizzi la vivibilità, la qualità e la opportunità degli interventi in un quadro sovracomunale, in rapporto programmatico con i Comuni viciniori”. Coppola ritorna poi sulle polemiche proprio con parte del consiglio riguardo all’affidamento della collaborazione al Circes: “Nonostante qualche critica – aggiunge l’assessore – la collaborazione con il Circes e l’assunzione di incarico da parte del Settore Urbanistica della redazione del Piano consentirà ai cittadini un risparmio notevole associato ad una qualità di alto livello professionale”. La prossima settimana è fissato il primo incontro operativo e dal 22 settembre inizierà la vera e propria analisi dello strumento esistente e la verifica della sua attuazione, con sopralluoghi di accertamento dei punti critici e delle soluzioni da adottare.

shabu shabu thanks to sesame dipping marinade okazaki , japan meal
isabel marant boots How to Distinguish Gucci Wallet

Even with its 80
woolrich jassen damesI’m a Fashion Retailer not a Writer