Alcamo: Prg, fa discutere la consulenza al Circes

0
509

Il rispuntare del nome del Circes attorno al piano regolatore generale di Alcamo fa riemergere puntuali le polemiche che già erano esplose un anno e mezzo fa quando il Comune provò ad affidare proprio al Circes il procedimento di formazione della variante generale del Prg, cosa che poi sfumò a seguito di circostanziate denunce avanzate dal consigliere comunale Alessandro Calvaruso. Ed è lo stesso esponente del civico consesso che rispolvera la questione a seguito della decisione dell’amministrazione di affidare al Circes una consulenza sul piano regolatore attraverso un’apposita convenzione. La struttura universitaria, secondo quanto attesta Calvaruso, può solo effettuare studi e consulenze che dovrebbero essere a titolo gratuito o al massimo un minimo rimborso spese. Infatti, il Circes non può firmare elaborati grafici che dovrebbero poi essere firmati da altri tecnici da nominare. “Perché quindi insistere incessantemente nell’affidare tale studio al Circes – sottolinea Calvaruso – quando già è stato sventato e denunciato un tentativo maldestro di affidarlo alla stessa per un importo di circa 80 mila euro e poi ritirato tutto dopo la mia denuncia? Perché affidarsi ad una struttura universitaria al cui interno opera un professore che ha un contenzioso con il Comune di Alcamo per circa 400 mila euro?”. Il consigliere comunale ritiene invece di coinvolgere tutti i tecnici operanti in provincia di Trapani: “Io seguirò passo passo tutti i provvedimenti – tuona Calvaruso – affinché non si consumi l’ennesimo tentativo di scavalcare la normativa vigente”. L’assessore all’Urbanistica, Enzo Coppola, precisa che il provvedimento non è lo stesso che fu bloccato un anno e mezzo fa: “Si tratta di una consulenza e non di realizzare uno studio, forse il consigliere Calvaruso non ha letto bene il provvedimento” replica. L’amministrazione ha già annunciato che la prossima settimana sarà sottoscritto l’atto di convenzione tra il Comune di Alcamo e il Circes dell’Università di Palermo. Contestualmente sarà modificato l’Ufficio di Piano, interno al Comune, che dovrà materialmente redigere la revisione dello strumento urbanistico. Nella prima metà di settembre saranno affidati gli incarichi per l’aggiornamento dello studio agricolo forestale e la relazione geologica. A breve inizieranno oltretutto una serie di incontri di studio delle Direttive al Piano approvate dal Consiglio Comunale e la redazione della Vas, la valutazione di impatto strategico. Nello stesso tempo sarà effettuata un’analisi delle problematiche e delle criticità che inevitabilmente vengono rilevate a distanza di 13 anni dall’approvazione di un Piano generale. Secondo le mire dell’amministrazione alcamese l’impianto normativo che regolerà il futuro Prg sarà ridotto al minimo e dovrà risultare snello e chiaro, lo stesso sarà fatto con il Regolamento edilizio che, essendo un insieme di articoli regolamentari, dovrà essere mirato a casi particolari non previsti dalla normativa.

 

4 strangely actual events investments seth rogen full length movie of charm
woolrich jassen Blue Nile’s CEO Presents at Morgan Stanley Technology

Whether you have an apple or a triangular body type
Isabel Marant SneakerCelebrites at M Missoni is for Music Event