Alcamo. Plesso Europa. Un parco giochi donato dal Kiwanis club

Gli alunni del Plesso Europa dell’istituto comprensivo Nino Navarra di Alcamo da giovedì prossimo potranno utilizzare un parco gioco in via di installazione. E’ il risultato della prestigiosa affermazione del premio nazionale indetto dal Kiwanis club sul tema “La scuola che vorrei”. I ragazzi, sotto la guida di Miriam Avila referente del progetto, hanno realizzato un plastico raffigurante “La scuola dei sogni” e un video power point che spiega attraverso i protagonisti l’idea del progetto.

Il plastico che misura un metro e 10 per uno e 90 contiene aule a tema dedicate a dodici personaggi famosi. Al concorso hanno partecipato le scuole elementari italiane e della Repubblica di San Marino. Oltre settanta in tutto. Il progetto è stato ideato dal coordinatore distrettuale del Kiwanis, Pietro Lucisano che ad Alcamo si è avvalso della collaborazione di Silvana Giacone, presidente del Kiwanis di Alcamo, impegnata in primissima persona nel portare avanti questa iniziativa.

Sono stati impegnati 40 ragazzi delle quinte classi del plesso Europa, e con i soldi della vincita realizzeranno all’esterno della scuola un parco giochi che sarà intitolato a Gaudì, famoso architetto spagnolo. Al concorso ha partecipato anche una classe della Bagolino di Alcamo. Oltre alla targa, la scuola riceverà quindi il  parco giochi tutto a spese del Kiwanis club. La cerimonia, nel rispetto delle norme anticovid alle ore 11 di giovedì  a numero chiuso per come prevedono le norme per combattere la pandemia. “E’ motivo di grande soddisfazione – dice Silvana Giacone- questa vittoria che premia il lavoro svolto dai ragazzi alcamesi diretti da Miriam Avila.

I ragazzi  rappresentano  la classe dirigente di domani. Un ringraziamento particolare va Pietro Lucisano che ha ideato tale concorso”.  Alla cerimonia di premiazione, fissata per giorno tre giugno, interverranno Pietro Lucisano, ideatore del concorso, il Governatore e il Luogotenente della Divisione del Kiwanis club e varie autorità. Sarà anche l’occasione per far conoscere ai ragazzi questo club service e il ruolo quotidiano che svolge in varie parti del mondo nel campo della solidarietà.