Alcamo. Petizione Allmayer a rischio trasferimento, è mobilitazione

0
208

La preoccupazione è grande nonostante le rassicurazioni dei politici, che lasciano spesso il tempo che trovano. Come una mannaia pende sul collo del liceo Vito Fazio Allmayer di Alcamo la possibilità che a partire dall’anno scolastico 2020-2021, 700 alunni vengano trasferiti in un immobile di Calatafimi Segesta di proprietà della Provincia, che così verrebbe a risparmiare circa 200 mila euro di canone di locazione per l’istituto del viale Europa. La popolazione scolastica è di 900 studenti. Il trasferimento decreterebbe lo smembramento della scuola e la perdita di tante posizioni di prestigio per la qualità didattica, conquistata con anni di duro lavoro. E’ necessario realizzare un nuovo istituto. Ma quando, dove, come e con quali fondi? Interrogativo che non fa dormire sonni tranquilli al preside, al personale, agli studenti, provenienti da 12 Comuni, e ai loro familiari. Ora un nuovo appello con una petizione on line, già raccolte 500 firme, per dare una sede definitiva all’Allmayer. Ma facciamo un passo indietro. Il 30 giugno 2017, l’ ex provincia di Trapani aveva comunicato al preside Vito Emilio Piccichè il piano di portare dal primo settembre 2017, i 700 alunni ospitati nel viale Europa in edificio scolastico di proprietà della ex provincia, ormai svuotato per mancanza di iscritti, in contrada Sasi. Ciò provocò una rivolta e una petizione con 5 mila firme contro il trasferimento. Dopo arrivò il finanziamento della Regione di 650 mila euro, erogato il 20 dicembre 2018, per coprire tre anni di affitto. E dopo? Ad oggi, il rischio è che dalla fine dell’anno scolastico 2020-2021, l’ Allmayer non avrà più una sede e non esiste ancora un piano per costruire la nuova scuola nello spazio antistante il plesso centrale di via Pietro Galati. Il pericolo concreto è che si dovrà trasferire a Calatafimi e studenti del Palermitano, Partinico, Balestrate, Terrasini, Camporeale faranno altre scelte. Già raccolte 500 firme anche di tanti personaggi autorevoli e del mondo della cultura, tra i quali: Salvatore Alagna, Presidente della camera penale di Trapani, Valentino Bobbio, segretario generale di Next Nuova Economia per tutti, Francesco Buzzurro, musicista, Michele De Luca, direttore della Kids Orchestra del Teatro Massimo di Palermo , Domenico Riina, direttore dell’Orchestra Jazz Siciliana del Brass Group , Walter Roccaro, direttore conservatorio “Antonino Scontrino” di Trapani, Bruno Tommaso, compositore, direttore d’orchestra. E tanti altri. Il 12 giugno dello scorso anno l’Arena delle Rose di Castellammare, ospitò un concerto pro Allmayer e lo stesso assessore alla Pubblica istruzione, Roberto La Galla ha assicurato interventi. Ma si aspettano fatti concreti e definitivi.