ALCAMO: Pellegrinaggio davanti la salma di Carmelo Guido

0
517

Un continuo pellegrinaggio davanti l’obitorio dell’ospedale di Alcamo dove è stata sistemata la salma di Carmelo Guido, in attesa delle decisioni del magistrato, che stamane ha deciso di restituire la salma. Decine di persone: amici, familiari, colleghi hanno trascorso la scorsa notte  nei viali del San Vito  e Santo Spirito visibilmente scossi per la tragica fine del direttore generale della Banca don Rizzo. Un mortale incidente stradale lo ha strappato a sua moglie, alle sue due figlie, ai parenti e a quanti lo conoscevano e ne apprezzavano qualità e virtu’. Una dinamica ancora al vaglio dei carabinieri per chiarire tutti gli aspetti dell’incidente dove l’autista della Fiat Multipla sarà indagato per omicidio colposo. Forse l’uomo sarebbe stato abbagliato dai raggi del sole  Ieri il secondo piano dell’ospedale era pieno di persone in attesa dei risultati del delicato intervento chirurgico, che purtroppo non è servito per salvargli la vita.  C’erano gli amici piu’ stretti quelli con i quali da giovane aveva frequentato l’oratorio dei salesiani da dove sono usciti un gruppo di  professionisti e politici con i quali non ha mai perso i contatti come per esempio con Nino Papania e i vari Peppe Scibilia e Gianluca Abbinanti. C’erano i vertici della don Rizzo con il presidente Vincenzo Nuzzo incredulo e in lacrime, stato d’animo di tutte le persone. Carmelo Guido, era grande amico del vescovo  Raspanti, che ha espresso il suo cordoglio, così come la dirigenza delle casse rurali e artigiane dell’intera nazione. In gioventu’ aveva giocato al calcio, negli ultimi anni la bicicletta era diventata la sua grande passione. Ogni mattina prima di andare in ufficio percorreva una cinquantina di chilometri. Impegnato anche in politica era stato tra i fondatori di presenza sociale, il movimento che ebbe un ruolo fondamentale nell’elezione a sindaco di Massimo Ferrara. Era stato eletto consigliere comunale della lista di Presenza sociale per servire e per tre anni dal 1997 al 2000 era stato assessore comunale al Bilancio. Dal 2006, nominato direttore generale, si era dedicato soprattutto al lavoro in banca. Intanto per questa sera i colleghi di Carmelo Guido hanno organizzato, nella parrocchia anime sante, una veglia di preghiera, preceduta dalla celebrazione alle 19 della santa messa.