Alcamo: partenza dei saldi un flop

0
245

ALCAMO – Negozi deserti, o quasi. I saldi ad Alcamo sembrano non avere creato alcun appeal nei confronti degli acquirenti. Eppure quest’anno, differentemente dagli altri, si è partiti forti in moltissimi negozi: nella maggior parte degli esercizi commerciali, infatti, si è deciso di applicare subito in gran parte della merce uno sconto del 50 per cento, quando invece gli altri anni si è preferito partire con un -20 o 30 per cento al massimo.

Per capire che le cose vanno decisamente male non ci vuole poi così tanto. All’interno i negozi sono quasi del tutto vuoti, per strada in pochissimi passeggiano con un sacchetto in mano. La partenza degli sconti nella cittadina alcamese è probabilmente anche peggiore delle previsioni che erano state date dalle organizzazioni di categoria dei consumatori a livello regionale. Il Codacons aveva prospettato infatti un calo in Sicilia degli affari per questi saldi estivi del 20 per cento, la percezione è che ad Alcamo questo dato sia anche ben peggiore. La Federconsumatori parla di una spesa media per ogni consumatore che non andrà oltre le 60 euro a testa, un vero e proprio flop. Tra i commercianti c’è poca voglia di parlare: ovunque si parla di crisi nera e si percepisce chiaramente che la riapertura al traffico del centro storico, con l’eliminazione della Ztl, non pare abbai per nulla migliorato gli affari come invece in tanti pensavano. Il problema essenziale è che gli acquirenti, o per le meno quei pochi che si vedono in giro, hanno poco denaro da spendere.