Alcamo-Nuovo appalto rifiuti, raccolta Rsu tagliata e pulizia spiagge

0
336

Rivoluzione nel sistema di raccolta rifiuti ad Alcamo. Con il rinnovo del contratto di appalto cambieranno diversi aspetti sia per quanto concerne la raccolta differenziata, sia per ciò che concerne più in generale l’aspetto complessivo del servizio. Ci saranno contrazioni sotto certi aspetti, sotto altri invece vere e proprie implementazioni. Partendo da queste ultime la novità più importante è che la futura società di gestione del servizio rifiuti si farà carico anche della pulizia della spiaggia. Per il Comune un fardello in meno dal momento che dal 2014 gestisce in proprio questo servizio e i risultati sono stati scadenti anche a causa delle poche unità di personale interne al municipio che si possono definire arruolabili per svolgere tale mansione. Altro servizio aggiuntivo la raccolta dell’umido anche la domenica per tutti i locali che somministrano pasti, quindi bar, pizzerie, ristoranti e altre attività similari. Chiaramente il risparmio di 1,3 milioni di euro conteggiato dal Comune rispetto all’attuale gestione porterà anche a degli inevitabili tagli e questi saranno per la raccolta differenziata porta a porta. L’indifferenziato non sarà più raccolto tre volte a settimana ma soltanto due e la carta e cartone non più una volta a settimana ma ogni due settimane. I tempi di realizzazione di questo nuovo appalto non sono proprio dietro l’angolo. Infatti si aspetta l’ok della Regione per potere indire il bando di gara, poi si dovranno attendere i canonici tempi tecnici (tutt’altro che brevi quando si tratta di appalti milionari) per la pubblicazione e l’aggiudicazione. “Intanto ci sarà una proroga dell’attuale gestione per i prossimi 6 mesi – evidenzia l’assessore all’Ambiente del Comune, Roberto Russo – e ci auguriamo che questi tempi vengano rispettati”. Conoscendo però la burocrazia onestamente appare difficile. Intanto in via sperimentale il Comune ha comunque già intenzione sin da subito di tagliare un turno di raccolta dell’indifferenziato: “Dobbiamo spingere il più possibile verso la raccolta differenziata – aggiunge Russo -, di contro per questo giorno di raccolta in meno chiederemo una compensazione con lo svolgimento di qualche altro servizio in più. Pensiamo ad esempio a potenziare lo spazzamento nelle strade”. Già nel prossimo autunno i turni di raccolta dell’indifferenziato saranno portati da 3 a 2 volte a settimana. In questo senso si inserisce l’appello dell’assessore all’Ambiente: “A tutti i cittadini chiedo di rispettare giorni e soprattutto gli orari della raccolta differenziata. Spesso capita di vedere strade piene di sacchetti proprio perché non si rispettano gli orari e si mette fuori la spazzatura con largo anticipo rispetto a quando consentito”. Oltretutto con il nuovo appalto è prevista la dotazione di contenitori per la spazzatura identificabili attraverso i quali, come succede in quasi tutte le città del nord, sarà pesato il rifiuto e quindi il contribuente pagherebbe realisticamente sulla base di quanto rifiuto produce.