Alcamo, museo arte contemporanea si mette in moto

0
438

Si mette in moto concretamente il Creative Lab ad Alcamo. Il Comune ha pubblicato i bandi di gara per riempire di opere d’arte l’appena inaugurato museo di arte contemporanea all’interno del monumentale Collegio dei Gesuiti, nel cuore del centro storico. A spiccare in particolare sono proprio i bandi che serviranno a reclutare 4 artisti chiamati a realizzare delle opere d’arte che resteranno all’interno del museo.

Collateralmente sono stati pubblicati altri bandi per l’allestimento di convegni e seminari, mostre e servizi stampa e fotografici, iniziative che serviranno proprio a riempire quella che sino ad oggi si può dire è una scatola semivuota. Il museo oggi conta all’incirca mille e 500 metri quadrati di struttura, di cui 500 al piano terra per ospitare una sala accoglienza, un auditorium ed un bookshop, gli altri mille al primo piano. Sostanzialmente ad essere occupata è l’ala ad ovest del Collegio dove è stata realizzata una vera e propria rifunzionalizzazione di tutta l’area. Al momento è stata allestita una sala mostre; altre sale ancora contengono alcuni reperti archeologici, altre ancora e i corridoi sono invece adornate delle opere restaurate dello scultore Nicola Rubino. Uno spazio apposito invece è stato dedicato per ospitare la collezione di strumenti musicali di Fausto Cannone. Il progetto del “Creative Lab” ha visto in partenariato il Comune di Alcamo, l’Università di Palermo e le cooperative Agrigest e Nido d’Argento. Il tutto finanziato con fondi della Comunità europea per un ammontare di 355 mila euro.