Alcamo: movida selvaggia, nuova controffensiva

0
262

ALCAMO. Nuova controffensiva alla movida selvaggia ad Alcamo. Le forze dell’ordine stanno preparando mirate attività per contrastare un fenomeno che oramai in città ha assunto evidenti connotati di disagio e disordine pubblico. Dopo la maxioperazione dello scorso week-end, carabinieri e polizia da questo fine settimana potranno contare soprattutto su un altro strumento ed è quello della fresca ordinanza emanata dal sindaco Sebastiano Bonventre che prevede ben precisi orari di rispetto per le emissioni sonore e la vendita di alcolici. In questo contesto agenti e militari dell’Arma potranno programmare attività repressive mirate.

Al momento non c’è un vero e proprio coordinamento tra le forze dell’odine del territorio. La Prefettura di Trapani non ha ritenuto di convocare ad oggi il comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza per concertare su Alcamo un dispiegamento di forze tali da contrastare la movida selvaggia il cui fenomeno non viene ancora visto come una vera e propria emergenza sociale.

Questo fine settimana sarà un vero e proprio banco di prova per esercizi commerciali e per i frequentatori dei locali nel centro storico alcamese. I controlli delle forze dell’ordine mireranno alla verifica del rispetto dell’ordinanza del primo cittadino che ha stabilito lo stop alla vendita di alcolici dalla mezzanotte sino alle 6 dell’indomani mattina e il divieto assoluto di consumo nelle vie del centro storico, oltre all’abolizione dell’uso di impianti di amplificazione della musica nei locali. La movida alcamese ha ingigantito il suo effetti selvaggi anche perché negli ultimi anni Alcamo è diventato un centro di attrazione di tantissimi altri giovani del comprensorio. Il che comporta un numero elevatissimo di persone che si riversano la notte per le viuzze del centro storico, difficilmente controllabile con i mezzi ordinari a disposizione delle forze dell’ordine e della polizia municipale.