Alcamo: mense scolastiche, rivolta dei genitori

0
481

La rivoluzione delle mamme. Genitori e Comune sono oramai ai ferri corti per la scadente qualità del servizio mensa offerto nelle scuole dell’obbligo. E così, a partire da lunedì prossimo, sarà messa in atto una vera e propria clamorosa protesta: tutti gli alunni delle scuole medie, elementari e materne alcamesi si asterranno per tre giorni, quindi sino a mercoledì, dal consumo dei pasti offerto da una ditta esterna agli istituti che adottano l’orario prolungato. Una protesta che sino ad oggi è rimasta chiusa, quasi latente, all’interno delle quattro mura delle scuole. Oggi però il limite di sopportazione dei genitori pare abbia raggiunto ogni limite. A dire il vero nelle scuole medie già dall’inizio di questa settimana la protesta ha preso corpo con l’astensione dal consumo del pasto, da lunedì si uniranno anche elementari e materne. Intanto si è costituito un comitato composto da genitori e insegnanti proprio con l’intento di interloquire costantemente con l’amministrazione comunale e aggiornarli della situazione. L’assessore alla Pubblica istruzione, Gino Paglino, conferma che i pasti garantiti dalla ditta di Salemi che ha in appalto la distribuzione lasciano effettivamente a desiderare.

Dopo la sua costituzione il comitato ha invitato la ditta ad un incontro che era stato organizzato mercoledì scorso ma nessun rappresentante dell’azienda si è presentato. Ad oggi le uniche risposte della ditta date formalmente al Comune sono state quelle che “si procederà ad un miglioramento della qualità e del trasporto dei cibi”. I genitori però vogliono soluzioni e risposte immediate mentre la situazione rischia di tirare per le lunghe, anche perché ci sarà per il Comune una procedura ben precisa da seguire in caso di rescissione del contratto. Una cosa è certa: gli unici due plessi che godono di cucine interne ad Alcamo, la “Froeber” e il “Collodi”, funzionano in maniera ottimale senza grandi lamentele e con qualità dei pasti garantita da forniture ben precise richieste dal Comune. L’amministrazione vorrebbe perseguire proprio la strada dell’internalizzazione del servizio,. Tanto che da tempo sono in itinere i lavori per l’adeguamento di una sala cucine al plesso “Europa”

6 toys that appear as if they are dressed up on behalf of halloween parties
chanel espadrilles A Guide to Color Matching

Trends That Left the Fashion Schools Buzzing the rest of us too
Isabel Marant SneakerThe Origin and Purpose for the Baggy