Alcamo Marina, cooperativa di Mazara prepara seconda stagione

0
324

Sarà anche per quest’anno la cooperativa “La Valle Verde” di Mazara del Vallo che per la stagione estiva  curerà il servizio di sorveglianza e salvataggio a mare. Tale cooperativa ha vinto l’appalto per due anni, per una spesa di 120 mila euro. Ancora non è stata fissata la data dell’inizio del servizio ma già la spiaggia è affollata di bagnanti. In linea di massima il servizio sarà uguale a quello della stagione 2023 con due  postazioni ad Alcamo Marina. Troppo poche considerata la lunghezza del litorale di oltre sei chilometri. Lo scorso anno funzionarono due sole torrette con bagnini fra Canalotto e Zona Aleccia, tre passerelle di accesso al mare (una in zona Battigia e due al Canalotto). Rimase  scoperto un lungo tratto di spiaggia libera. Inoltre, durante i week-end: i sabato e le domeniche di agosto, lo scorso anno venne previsto che ognuna delle due torrette aumenti da due a tre il numero dei bagnini in servizio. L’anno scorso la vigilanza partì ad Alcamo Marina l’ultima settimana di luglio, quindi con un ritardo di almeno un mese sulla consueta apertura della stagione balneare. Succede anche che nonostante le bandiere rosse in caso di mare molto mosso ci sono incoscienti che sfidano le onde e mettono a rischio anche la vita dei bagnini per i soccorsi. Usare la massima prudenza. Fino a qualche anno fa dalla spiaggia Playa di Castellammare del Golfo e fino a quella di Forgia, a est di Balestrate, operavano ben 14 postazioni di bagnini con tanto di torrette, pattino e gommone in aggiunta. Oggi la carenza di fondi induce a ridurre personale e non solo nei servizi dei bagnini.