Alcamo-L’isola pedonale resta e si potenzia: in arrivo nuova viabilità

0
628

Resta l’isola pedonale ad Alcamo. Se nei giorni scorsi qualche dubbio si era insinuato per via del tam tam di voci, mai confermate, che insistevano su una possibile revoca del provvedimento di chiusura al traffico veicolare del tratto di corso VI Aprile, da piazza Bagolino a piazza Ciullo,  ieri sera il consiglio comunale ha messo il sigillo sull’isola pedonale. Sono state votate infatti due mozioni per molti versi uguali, una del Movimento 5 Stelle ed una di Abc, in cui si potenzia l’attuale chiusura con provvedimenti collaterali e diretti. Il più importante riguarda l’inversione di marcia nella zona attorno a piazza Bagolino di cui già si era discusso durante la precedente amministrazione Bonventre.

La mozione prevede inoltre l’istituzione delle strisce blu nel parcheggio a raso di piazza Bagolino e stalli gratuiti nel parcheggio interrato, la defiscalizzazione delle attività commerciali della zona e altre iniziative collaterali per rendere accogliente e funzionali l’isola pedonale sul piano anche della viabilità. Bocciate invece le proposte arrivate dalle forze di opposizione di indire un referendum cittadino e di convocare un consiglio comunale aperto per affrontare proprio la questione “isola pedonale sì, isola pedonale no”. Tra i pentastellati, che sono al governo di città, e l’opposizione sono state scintille.

Ora la palla passa all’amministrazione comunale che avrà il compito di dare vita alle direttive impartite dal civico consesso. Approvate nella seduta di ieri anche le mozioni per l’applicazione delle tariffe aggiornate per la determinazione delle aree edificabili ai fini del calcolo Imu, ancora ferme al 2004, per l’istituzione della giornata della protezione civile e per il recupero delle somme spettanti relative al “Bilancio partecipato” non previste dal Comune nel 2015 e che in base all’ok della Regione potrà essere fatto in termini retroattivi. C’è stato spazio anche per la polemica dell’autorizzazione all’installazione del circo in zona mercato, nonostante l’attuale amministrazione comunale abbia espressamente “bandito” questo tipo di spettacoli con animali nel suo programma elettorale. Le motivazioni date dal sindaco Domenico Surdi riguardo all’impossibilità di diniego allo spettacolo circense perché il regolamento comunale prevede queste attività non hanno convinto il movimento Abc che aveva innescato la polemica.

E’ stato annunciato dalla consigliera del Movimento 5 Stelle, Alessandra Cuscinà, che proprio martedì prossimo il regolamento approderà nell’apposita commissione per la sua modifica e che comunque la sua personale battaglia da convinta animalista non si ferma qui.