Alcamo, liceo scientifico. Quelli che combattono la mafia, esperti a confronto

Una battaglia che si è intestata l’Associazione antiracket e antiusura di Alcamo per cercare di sensibilizzare le vittime del pizzo e degli strozzini a presentare denuncia. Nell’Associazione possono trovare assistenza di vario genere e competenza per rivolgersi alle Istituzioni e cercare di ottenere giustizia, Ad Alcamo forse rispetto a tali fenomeni sono stati molto pochi gli operatori che si sono rivolti all’Associazione, costituita una ventina di anni fa anni fa. La disponibilità dei presidenti e direttivi dell’Associazione e stata sempre massima nel prestare assistenza. Ma rispetto al numero di operatori di varie categorie forse sono e continuano ad esser poche le istanze di soccorso. Ricordiamo che lo storico monsignor Vincenzo Regina pubblicò un libro contro la mafia ed espose una sorta di dieci comandamenti ai quali rifarsi nel caso fossero stati bersaglio della mafia. E di “Quelli che… combattono la mafia” si parlerà lunedì prossimo alle 10,30 presso l’aula magna del liceo Scientifico di Alcamo. Convegno organizzato dall’Associazione antiracket e antiusura di Alcamo. I saluti ai presenti saranno portati dal dirigente dello Scientifico, Giuseppe Allegro, da Salvatore Di Leonardo, presidente dell’Associazione antiracket e antiusura, da Giuseppe Scarcella, presidente del Consorzio trapanese per la legalità e lo sviluppo e dal sindaco Domenico Surdi. “L’esperienza di un cittadino contro la mafia” è il tema che sarà affrontato dal giornalista di Tv2000 e direttore del quotidiano “La Spia.it” Paolo Borrometi. Borromenti, il 23 dicembre dello scorso anno, al Centro Congressi Marconi ha presentato il suo libro “Un morto ogni tanto” (edito da Solferino). Un libro di inchiesta che racconta la sua battaglia contro la “mafia invisibile”, la mafia cosiddetta “babba”. Paolo Borrometi a causa delle gravi minacce ricevute, vive sotto scorta. E nel pomeriggio di lunedì il Comune conferirà a Borrometi la cittadinanza onorari. “Delle forze dell’ordine contro la mafia” parlerà il tenente colonnello Rocco Lo Pane, direttore della Dia di Trapani, che ha portato avanti e porta avanti con successo indagini contro la mafia, caratterizzate da sequestri di beni. Moderatore sarà il giornalista Piero Messana. Importante che il convegno venga svolto in una scuola superiore in modo da fare crescere nei giovani la coscienza contro ogni forma di criminalità.