Alcamo. Liceo musicale All’”Allmayer” inaugurati due nuovi laboratori

0
504

Il saluto del dirigente scolastico del liceo “Allmayer” di Alcamo, Vito Emilio Piccichè. L’intervento dell’assessore regionale alla Pubblica istruzione, Roberto La Galla, ha aperto ieri pomeriggio la cerimonia dell’apertura di due laboratori musicali, potenziati grazie ad un finanziamento dell’Unione europea.  L’assessore si è soffermato sull’importanza dei licei musicali ed ha focalizzato il suo intervento anche sull’impegno della Regione per cercare, grazie ai progetti di edilizia scolastica, di dotare l’”Allmayer” di una propria sede. Per tre anni la Provincia  ha concesso una proroga scongiurando il trasferimento che significava anche smembramento e quindi vanificare il lavoro che ha contribuito alla crescita del liceo “Allmayer”. Ma occorre fare presto e in tal senso un ruolo deve avere il Comune di Alcamo. La Galla ha lanciato anche la proposta di organizzare il festival regionale dei licei musicali, in estate a Segesta. Proposta che ha fatto propria la dirigente del parco archeologico Rosella Giglio. Numerosi gli amministratori comunali presenti tra i quali il sindaco di Castellammare, e assessori di Balestrate, Camporeale, Partinico e il presidente del consiglio comunale di Alcamo. Dopo la cerimonia un gruppo di ragazzi ha eseguito un concerto davanti alle autorità, insegnanti, studenti e genitori.  Si respira aria di grande soddisfazione nel liceo della via Pietro Galati poiché è stato centrato un obiettivo importante con l’acquisto di strumenti e l’avvio dei laboratori, grazie al finanziamento di 150 mila euro. Intanto nell’anno scolastico 2018-2019 usciranno i primi diplomati del Liceo musicale, in funzione da cinque anni. La creazione dei due laboratori, che funzioneranno soprattutto nel pomeriggio, impegneranno in questa prima fase i 97 alunni dell’Orchestra sinfonica composta da 150 elementi, tra i quali studenti delle medie e insegnanti. Un’attività a 360 gradi portata avanti con entusiasmo da tutto il personale nel cui organigramma figurano 150 persone delle quali 120 sono gli insegnanti.