Alcamo, Gaetano Intravaia si dimette da consigliere comunale

0
494

L’insegnante Gaetano intravaia, eletto nella lista di Area democratica, si è dimesso da consigliere comunale. Ha presentato stamane la lettera al Comune con la quale motiva questo gesto. Intravaia, che tre anni fa ottenne 270 preferenze parla di “fallimento dell’amministrazione Bonventre, che va ripartita con gli uffici e i dirigenti”. Secondo il consigliere dimissionario “in questi anni è venuta meno la politica intesa come benessere della comunità e a ciò va aggiunta l’inefficienza dei vertici dirigenziali con servizi sempre più carenti e tutto ciò ha lacerato sempre più la credibilità della politica del Palazzo, rendendola ormai un valore irrecuperabile”. Poi parla del suo gruppo politico, Area democratica cui leader è Pasquale Perricone, gruppo che da tempo ha avvertito la condizione critica in cui versava l’amministrazione. Intravaia auspica quindi l’esigenza di un ritorno alle urne. Poi si potrebbero interpretare alcune frasi della lettera come un messaggio alla stessa Area democratica quando parla dello stato di disagio che si è venuto a creare fra Intravaia e il Palazzo e alcuni segmenti della politica e che oggi il consiglio comunale ha poche prerogative per incidere nella vita pubblica di una comunità a causa di leggi che non consentono di esplicitare il mandato popolare compiutamente”: “Alcamo ha bisogno di uomini e donne, di amministratori, tecnici competenti che si pongano con passione civile al servizio della Comunità”. A prendere il suo posto in consiglio, sempre che accetti, sarà il primo dei non eletti: ovvero Franco Gabellone, funzionario dell’Istituto autonomo case popolari, che in passato ha ricoperto la carica di assessore comunale e consigliere. Socialista da sempre il papà Giovanni fu ai vertici della politica alcamese per tantissimi anni. Tornando al contenuto della lettera di Intravaia e delle sue dimissioni una considerazione si può fare. E se fosse una mossa di Area democratica in vista delle comunali portare oggi in Consiglio, Franco Gabellone che ha un buon bagaglio di esperienza? Va ricordato che due anni fa, durante un rimpasto in giunta, si fece anche il nome di Franco Gabellone, bocciato dal sindaco tanto che Area democratica assunse subito un atteggiamento critico verso Bonventre.