Alcamo-Fogne e depuratore ad Alcamo marina, Comune verso la svolta (VIDEO)

0
814

In moto la macchina per porre le basi all’urbanizzazione di Alcamo marina e ok alla defiscalizzazione degli esercenti che non rinunceranno a slot machine e videopoker. Queste le due principali direttrici sulle quali si è mosso ieri sera il consiglio comunale di Alcamo che ha approvato all’unanimità due mozioni in questa direzione e trovato riscontro nelle volontà dell’amministrazione guidata dal sindaco Domenico Surdi. In particolare per ciò che riguarda la zona costiera dove si sta lavorando per arrivare alla realizzazione finalmente di un sistema di depurazione e fognario. L’input lo ha dato il Partito Democratico che ha presentato la mozione partendo dal presupposto che Alcamo incredibilmente è rimasta fuori dalla passata programmazione di fondi europei del Cipe quando invece in provincia molti altri Comuni hanno ottenuto ingenti somme. La passata amministrazione del sindaco Sebastiano Bonventre aveva in qualche modo cercato di gettare le basi ma a quanto pare senza successo: non risulta infatti che la Regione abbia inserito Alcamo tra i Comuni da finanziare con la prossima programmazione di fondi europei.  La mozione del Pd ha avuto come scopo quello di sollecitare il governo cittadino a fare in fretta per la predisposizione del necessario studio di fattibilità per potere accedere ai fondi.

Già nel recente piano triennale è stata inserita la somma di 40 mila euro necessaria per l’adeguamento del progetto preliminare in modo da farlo diventare per l’appunto studio di fattibilità.

“Il nostro partito ha dimostrato – aggiunge il capogruppo del Pd Giacomo Sucameli – di non guardare agli steccati politici ma solo agli interessi della città. La mozione su Alcamo marina, condivisa da tutto il consiglio, ne è l’esempio”. Altra intesa raggiunta per la mozione presentata dai gruppi consiliari di Abc e Alcamo cambierà che hanno proposto all’amministrazione di prevedere incentivi fiscali per gli esercizi pubblici che rinunciano ai video poker e alle slot machine, stando comunque attenti a non incappare nei tanti limiti legislativi che esistono in materia. Il problema della dipendenza patologica dal gioco d’azzardo è stato riscontrato ad Alcamo anche dal Sert, struttura dell’Asp di Trapani che lavora sul fronte del contrasto alle dipendenze. Il consiglio comunale nella precedente legislatura non approvò una simile mozione paventando difficoltà economiche legate al bilancio, ieri sera invece si è deciso di voltare pagina.

Polemiche invece sul mancato sostegno da parte del Comune al torneo internazionale di calcio giovanile “Costa gaia” che quest’anno raggiunge le 30 edizioni. L’amministrazione parla di limitate risorse e che per questo l’intesa non è stata raggiunta con gli organizzatori ma c’è la preoccupazione anche che il mancato supporto ad eventi di questa caratura possa comportare per l’indotto alcamese una crisi nella crisi.

Nel corso della seduta rassicurazioni sono arrivate sullo sblocco dei fondi per la messa in sicurezza dell’ingresso allo storico Castello di Calatubo: si tratta di circa 30 mila euro garantiti dal fai, fondo ambiente italiano, con una piccola compartecipazione del Comune. Rinviata la discussione invece sull’indennità degli amministratori, querelle che da tempo tiene banco rispetto al suo esatto calcolo. Votati anche due debiti fuori bilancio.