Alcamo, finanziato il progetto per richiedenti asilo

E’ stato appena approvato per il Comune di Alcamo, il finanziamento del progetto riguardante il programma territoriale di accoglienza inserito nel Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (S.P.R.A.R.) per il triennio 2014/2016. A renderlo noto l’assessore ai servizi sociali Gianluca Abbinanti che afferma: “Il finanziamento per un importo di Euro 568.988,60 per il 2014 e di Euro 620.714, 84 per l’anno 2015, da ripetersi per lo stesso importo per il 2016, permetterà al Comune di realizzare e gestire i servizi di accoglienza integrata, tutela ed attività di animazione rivolta ai richiedenti asilo politico e rifugiati”. I richiedenti asilo sono persone che, trovandosi fuori dal Paese in cui hanno residenza abituale, non possono o non vogliono tornarvi per il timore di essere perseguitate per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza a un determinato gruppo sociale o per le loro opinioni politiche. Possono richiedere asilo nel nostro Paese presentando una domanda di riconoscimento dello “status di rifugiato”. I rifugiati sono coloro che hanno invece ottenuto il riconoscimento dello “status di rifugiato” in seguito all’accoglimento della loro domanda. Il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) è costituito dalla rete degli enti locali che – per la realizzazione di progetti di accoglienza integrata – accedono, nei limiti delle risorse disponibili, al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo. A livello territoriale gli enti locali, con il prezioso supporto delle realtà del terzo settore, garantiscono interventi di “accoglienza integrata” che superano la sola distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico.

“Il progetto – spiega Abbinanti – che avrà inizio a breve, sarà realizzato ad Alcamo presso il centro di accoglienza per cittadini extracomunitari “Nelson Mandela”, via Pia Opera Pastore, di proprietà dell’IPAB Opere Pie Riunite Pastore San Pietro.

Il Programma è condiviso con gli altri soggetti partner del Comune: si tratta del Comitato Locale di Alcamo della Croce Rossa Italiana e della Coop. Soc Badia Grande, individuati attraverso una procedura di evidenza pubblica secondo quanto previsto dal Codice dei contratti pubblici, la cui natura giuridica rientra nel campo dei servizi socio assistenziali e che consente la gestione dei servizi previsti dal bando S.P.R.A.R..

Tyra gets the makeovers right out of the way
louis vuitton purses
San Francisco Beauty and Accessories

mcgee ditched on irritated vivid white chick way the net
chanel espadrillesMy Goddess The Movie Original Soundtrack